Sab 31 Lug 2021
Advertising
Home Sport Calcio Il Cosenza calcio si muove, ma...

Il Cosenza calcio si muove, ma le proteste proseguono: ipotesi “Doppio Cosenza”

Cosenza e i suoi tifosi si apprestano a vivere l’ennesima estate di fuoco pre campionato. Tra ds, allenatori e un’ipotesi di “doppio Cosenza” quale sarà il futuro dei rossoblù?

Nel frattempo non accenna a diminuire la protesta della tifoseria rossoblù che continua con un nuovo appuntamento in piazza (questa sera alle ore 20:29 nella villetta alle spalle del tribunale).

Ore importanti per allenatore e ds

Continua il lungo silenzio del Cosenza calcio, ma qualcosa comincia a muoversi. Saranno ore decisive per il futuro del club rossoblù che si appresta ad annunciare il nuovo direttore sportivo e l’allenatore che si aggiungeranno allo staff dei Lupi per il prossimo anno. Per la prima figura, il profilo scelto sembrerebbe essere quello di Christian Argurio. Ormai sembra una pratica già chiusa e si aspetta solo la firma del contratto.

Per provare, invece, a costruire un buon cammino per la prossima stagione di Lega Pro, sulla panchina del Cosenza dovrebbe trovare posto Roberto Boscaglia (allenatore con grande esperienza alle spalle tra serie C e B), profilo monitorato dalla società brutia.

L’ipotesi di un doppio Cosenza

Nel momento in cui qualcosa inizia a prendere forma nella società di Via degli Stadi, le acque, in città, non accennano a calmarsi. Lo spettro di un “doppio Cosenza” sembra poter diventare realtà, di nuovo. Sembrerebbe che siano già stati fatti i primi passi per una probabile iscrizione in Serie D di una squadra che utilizzi il marchio del Cosenza calcio 1914 (attualmente in possesso dell’imprenditore Pino Citrigno). Se il progetto dovesse andare in porto la città di Cosenza si troverebbe – di nuovo – ad avere due squadre in città.

Una scelta che non escluderà polemiche e disagi a chi del Cosenza ne fa una passione e non una questione economica.

Tra i due litiganti il terzo “NON” gode!

Da un lato il Cosenza di Guarascio, dall’altro l’ipotesi di un nuovo Cosenza e in mezzo i tifosi, ancora una volta vittime di un capitalismo mondializzato in grado di schiacciare come un macigno fuori controllo i valori di un’intera piazza capace ancora, però, di lottare e far sentire la propria voce grazie alla passione.

Comunicato del gruppo “Cosenza nel Cuore”

NO A DUE COSENZA

“Viste le voci che circolano da un mese, l’associazione Cosenza Nel Cuore contesta con forza l’ eventuale possibilità che esistano di nuovo due #Cosenza.
NOI NON CI STIAMO a questa assurda ipotesi, indipendentemente da chi ci sia dietro!!! Non presteremo mai il fianco ad imprenditori che manifestino questa intenzione!!! Sarebbe la fine del calcio a Cosenza.
Da parte nostra faremo di tutto per evitare questo eventuale scempio. I tifosi non meritano un déjà vu del genere! Evidentemente il 2004 non ha insegnato nulla.
La contestazione a #Guarascio non può trascendere e favorire la creazione, per l’ennesima volta, di due realtà calciatistiche con la casacca rossoblù, decretando di fatto, senza alcun appello, la morte di Cosenza e del Cosenza.
La classe imprenditoriale, che ha voglia di fare calcio nella nostra città, uscisse allo scoperto in maniera chiara e trasparente, con un progetto serio e solido, al fine di rilevare le quote di Guarascio e non per creare un altro Cosenza!!!”

Direttivo Cosenza Nel Cuore