Sab 24 Lug 2021
Advertising
Home Attualità Caos rifiuti, l'annuncio di Nino Spirlì:...

Caos rifiuti, l’annuncio di Nino Spirlì: l’immondizia del Reggino sarà smaltita in Puglia

“Ancora una volta il presidente Michele Emiliano, venendo in soccorso dell’amico presidente della Regione Calabria, ha concesso che parte dei rifiuti della nostra provincia regina vengano conferiti presso gli stabilimenti della Puglia”.

Ad affermarlo è il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, in un video su Facebook sulla raccolta e il trasporto in Puglia dei rifiuti dell’area metropolitana di Reggio Calabria.

La regione non abbandona i territori – aggiunge Spirlì – e questo accade per tutti i territori della Calabria. Nessuno dovrà mai patire, soprattutto durante quest’estate, del silenzio istituzionale. Mi dispiace delle polemiche che costantemente vengono dal Comune di Reggio Calabria”, che però “mi telefona, mi scrive, mi manda messaggi per chiedere aiuto, aiuto che ha sempre ricevuto in questi mesi, e non è mai stato abbandonato, mai, perché tutte le volte che sono stati risolti i problemi della raccolta straordinaria della spazzatura, e quindi del trasporto in Puglia, c’è sempre stato il tramite del presente Spirlì. Per cui mi dispiace che ci siano ancora delle polemiche”.

“Saluto – prosegue Spirlì – il carissimo amico Giuseppe Falcomatà e gli voglio comunicare proprio in diretta di aver ricevuto, per l’ennesima volta, la conferma da Michele Emiliano, che pur facendo parte del partito politico del sindaco di Reggio Calabria, risponde al presidente della Regione Calabria con grande affetto e disponibilità a prescindere dalle appartenenze politiche. E ancora una volta il problema dei rifiuti viene risolto, momentaneamente chiaramente”.

“Ma il grande progetto che c’è per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti in tutta la regione – conclude Spirlì -, il sindaco Falcomatà lo conosce bene, per cui mi auguro, spero che da questo momento in poi la si smetta tutti quanti, dal Pollino fino allo Stretto, di cercare di trasportare in campo elettorale e preelettorale una materia che non ha niente a che vedere né con le elezioni né con la preparazione delle liste. Qui si deve lavorare per il bene della Calabria e dei calabresi”