Mar 7 Dic 2021
spot_img
HomePoliticaElezioni, la politica ha fatto "cilecca":...

Elezioni, la politica ha fatto “cilecca”: si pensa ad una nuova democrazia

Il giornalista Biagio Maimone, ideatore della corrente di pensiero denominata nuovademocrazia.it, parteciperà, in veste di relatore, sabato 23 ottobre 2021,
al Convegno organizzato dalla Fondazione Fiorentino Sullo /Democrazia Cristiana, che si terrà dal 22 al 24 ottobre 2021 a Saint Vincent,  organizzato dall’Onorevole Gianfranco Rotondi, il quale ha presentato ad Assisi, due settimane fa, l’Associazione “Verde è Popolare”, nata con lo scopo di ricreare in Italia l’identità popolare attraverso un dialogo con il mondo ambientalista, nel solco dell’Enciclica di Papa Francesco “Laudato Sì “, scritta in difesa del creato.
La vittoria del Centrosinistra e la conseguente sconfitta delle destre nelle attuali amministrative denota come sia scarsamente rappresentato l’elettorato  che non si riconosce nel Centrosinistra a trazione PD-M5S e nel Centrodestra populista, a trazione FDI e Lega.
Non solo, appare evidente che le violenze perpetrate nel corso della manifestazione no vax a Roma, che ha visto l’assalto, da parte di estremisti di  destra, alla sede della CGIL, attestino la  crescente deriva dei valori della politica. Secondo il parere di Biagio Maimone il bipolarismo non è idoneo a rappresentare la realtà politica nel suo complesso, in quanto conduce alla schematizzazione della realtà che, indiscutibilmente, è multiforme. Non è politicamente corretto chiudere la realtà in due contenitori, ossia  Centrosinistra e Centrodestra, in quanto essa è variegata e pullula di infinite differenze identitarie che urgono di essere comprese.
Si staglia, per tale motivo, nel panorama socio-politico italiano il fenomeno sempre più marcato di aggregazioni fasciste, estremistiche e totalitaristiche  sia di destra, sia di sinistra. Cresce sempre più la sfiducia dei cittadini italiani nei confronti degli attuali partiti politici, che essi vedono distanti dal rappresentare le loro istanze vitali e, pertanto, si sentono abbandonati al loro destino.
Lo dimostra la scarsissima affluenza al voto nelle recenti amministrative.
Per tale motivo, la creazione del Centro Democratico non può essere più  rimandata.
Ed ecco farsi strada un movimento che esprime una corrente di pensiero denominata nuovademocrazia.it,
che si prefigge di porre al centro l’essere umano, nella sua più autentica accezione, ossia quale espressione irrinunciabile dei binomi indissolubili Uomo-Dignità, Uomo-Diritti umani e civili, Uomo-Universo Uomo-Lavoro, che la pandemia ha rimarcato, molto spesso elusi per fini utilitaristici, ai quali la politica ha dato la priorità.
“L’ essere umano deve riappropriarsi della sua identità negatagli, deve ritornare ad essere soggetto e non oggetto in quanto solo se diviene soggetto la realtà diviene la sua dimora e le leggi della natura, che garantiscono la salute dell’ecosistema, saranno rispettate.
Perchè l’essere umano divenga soggetto e non più oggetto occorre far vivere un nuovo modello di democrazia, le cui regole di vita saranno improntate al principio dell’eguaglianza autentica di tutti gli esseri umani, non solo a parole. Nuove regole sociali, nuove leggi, a nostro avviso, potranno garantire il governo dei cittadini e dell’ecosistema Per noi la parola popolo dovrà rimandare alla parola cittadino, che contiene in sé il riconoscimento dei diritti fondamentali di chi abita un determinato territorio, che si definisce Stato. Chi abita in uno Stato non è un apolide, ma è un cittadino ed in quanto tale gode di tutti i diritti fondamentali che connotano la persona e la sua dignità” ha dichiarato il fondatore del Movimento Biagio Maimone.
Il Movimento nuovademocrazia.it si fonda, per tale ragione, sull’impegno dei cittadini di buona volontà, appartenenti a tutte le fasce di età, animate dall’amore per l’essere umano, dallo spirito di giustizia, dalla cultura del diritto, da una concezione della politica che coniuga il piano materiale con il piano spirituale della vita, presupposti ineludibili per far vivere lo stato di diritto e per garantire lo sviluppo di un’economia che si possa definire“ Dal Volto Umano“, in quanto pone al centro l’uomo e la natura, non disumane leggi economiche, tese solo alla ricchezza di pochi.

Maimone Biagio afferma altresì: “I valori sociali ed umani denotano l’identità della nuova Democrazia, che si prefigge di abbattere il divisionismo e la frammentazione sociale, nonché l’assenza dei valori umani fondamentali,  che costituiscono i mali a cui conduce il populismo, che, man mano, porterà alla deriva la società.
La politica non deve essere un affare, un business, uno scambio di favori, ma deve prendersi cura dei cittadini, soprattutto degli ultimi per renderli uguali agli altri cittadini. Non più poveri!  E’ questo il nostro slogan.
Nuovademocrazia.it guarda al futuro, tenendo presente il passato e la storia della democrazia italiana, a partire dai Padri della Costituzione.
Tra i nostri progetti si annovera quello, sicuramente molto ambizioso, di diffondere, in tutto il mondo, la nostra concezione di democrazia, attualizzata in quanto rispondente alle esigenze della donna e dell’uomo contemporaneo, sia di natura materiale, sia di natura morale, nonché di natura spirituale.
Le destre estreme testimoniano con il loro operato la loro povertà di idee, di valori, di umanità e la crescita incessante della povertà materiale e spirituale che crea degrado ed annienta la cultura della vita e dell’amore, senza cui non può vivere uno Stato veramente evoluto.

Il caldo abbraccio della vera democrazia farà crescere non solo materialmente il cittadino, ma anche moralmente, rendendolo soggetto e non rude oggetto senza anima, da lasciare ai bordi della società perché inutile. Al centro vi è l’essere umano ed il creato, la donna e l’uomo, al centro vi sono le leggi, o meglio le leggi umanizzanti, al centro vi è il lavoro, al centro vi è la cultura intesa come continuo accrescimento della conoscenza, che fa progredire i cittadini  e li conduce verso tappe sempre più evolute dello sviluppo umano e sociale”.