Mer 8 Dic 2021
spot_img
HomeEconomiaEconomia e LavoroTurismo penalizzato in Calabria: regione da...

Turismo penalizzato in Calabria: regione da sogno, ma servizi da incubo

Un rapporto che lascia l’amaro in bocca quello tracciato durante l’incontro promosso da Confindustria Cosenza, dall’associazione Otto Torri sullo Jonio, da Demoskopika, dall’Ente Microcredito e da Nostos – Marcatori Identitari per i turismi.

Reputazione delle destinazioni turistiche, sulla base dei dati raccolti nel Regional Tourism Reputation Index realizzato da Demoskopika per il 2021, la Calabria si piazza 15ma nella classifica generale. Posizione che discende – si spiega in questo strumento di analisi delle principali dinamiche che caratterizzano la costruzione della reputazione turistica a livello regionale – da una buona performance nella popolarità della destinazione, peggiorata purtroppo dai giudizi sulla valutazione del sistema ricettivo (ultima in classifica) e, in generale, dai rating ottenuti sui principali aggregatori dell’offerta turistica.

Partendo dall’approfondimento di questo risultato e dalla metodologia utilizzata da Demoskopika, attraverso contributi diversi e la presentazione di esperienze aziendali, ci si è confrontati sulle possibili vie da intraprendere, sia in termini di progettazione turistica che delle iniziative di sostegno alle nuove attività di impresa nel settore, per una diversa prospettiva del destination management regionale.

Dal sistema ricettivo, alla booking hotel reputation, dall’appeal dei portali turistici, al posizionamento online, passando dalla popolarità della destinazione. Sono, questi, alcuni dei parametri presi in considerazione da Raffaele Rio presidente Demoskopika per costruire il Regional Tourism Reputation Index e misurare il grado di attenzione della comunità di fruizione turistica nei confronti dell’offerta promossa dalle regioni italiane.

Raffaele Rio ha spiegato bene quali siano le pecche della nostra regione: «Dai dati raccolti – ha spiegato il presidente Demoskopika – la Calabria è risultata tra le cinque destinazioni turistiche più richieste nel 2021, tra chi ha dichiarato di trascorrere una vacanza in Italia (87,9%). In termini di appeal 8 italiani su 10 che la conoscono hanno espresso l’interesse a visitarla. Inoltre, il 93,9% degli italiani che si è recato in Calabria per una vacanza o un viaggio, ci tornerebbe nuovamente. Viceversa, i turisti penalizzano la nostra regione sul piano dell’efficienza dei servizi di trasporto, sanitari e turistici».