Dom 23 Gen 2022
spot_img
HomeSportCalcioReggina - Ascoli 1-2. Disfatta dei...

Reggina – Ascoli 1-2. Disfatta dei calabresi in casa

Reggina – Ascoli

Pronti, via. Subito in vantaggio l’Ascoli al “Granillo” con una stupenda conclusione di Sabiri che vede lo spazio giusto per provare la conclusione con Turati non piazzato benissimo che si fa sorprendere sul proprio palo.

Battaglia in mezzo al campo

La Reggina prova a reagire con un baricentro alto e dinamiche di gioco interessanti riuscendo a presentarsi nella trequarti avversaria in più occasioni senza, però, trovare la via del gol mentre gli ospiti concedo spazio ma continuano ad impensierire i ragazzi di Aglietti. L’occasione migliore arriva sugli sviluppi di un calcio di punizione: Sabiri colpisce la barriera e sul rimpallo Buchel prova di nuovo a sorprendere Turati; questa volta la conclusione non è precisa e si spegne di poco sul fondo.

Pareggio amaranto

Arriva a dieci minuti dalla fine del primo tempo il pari dei padroni di casa dagli undici metri. Dopo aver guadagnato il penalty (forse generosa la decisione del direttore di gara) per gli amaranto è Montalto che si presenta sul dischetto. Leali intuisce l’angolo ma la conclusione dell’attaccante amaranto è precisa e potente quanto basta per superare il pipelet bianconero.

Secondo tempo

Cresce la formazione di Aglietti in avvio di ripresa con gli amaranto che provano a portarsi in vantaggio con Bellomo che fa tutto solo ma la conclusione risulta poco precisa spegnendosi sul fondo.

Ancora Sabiri

È la formazione guidata da Sotil, però, a portarsi nuovamente in vantaggio ancora con Sabiri che – questa volta – sfrutta una conclusione del compagno di squadra trovando una deviazione preziosa che manda fuori tempo Turati che non può nulla. La Reggina è costretta di nuovo a rincorrere per riagganciare gli ospiti nel risultato.

Occasione Reggina

Ottima occasione per gli amaranto a dieci dalla fine con una deviazione aerea di Galabinov che svetta più in alto di tutti e trova la giusta coordinazione per creare problemi a Leali che si salva con un provvisorio colpo di reni per blindare il risultato.

Ci prova fino all’ultimo la Reggina in un finale mozzafiato con l’Ascoli che deve stringere i denti per portare a casa tre punti fondamentali. Ancora una sconfitta per gli amaranto che sembrano lontani dalla squadra rocciosa che abbiamo conosciuto in avvio di campionato.


Reggina (4-3-3): Turati; Lakicevic, Regini, Cionek, Di Chiara; Crisetig, Hetemaj; Laribi, Cortinovis, Rivas; Montalto

Panchina: Micai, Stavropoulos, Gavioli, Loiacono, Bellomo, Ricci, Bianchi, Galabinov, Denis, Djapong, Tumminello, Liotti

Allenatore: Alfredo Aglietti

Ascoli: (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Borreghin, Avlonitis, D’Orazio; Caligara, Buchel, Collocolo; Sabiri; Dionisi, Iliev

Panchina: Bolletta, Guarna, Salvi, Tavcar, Felicioli, Castorani, Quaranta, Eramo, Palazzino, Franzolini, Maistro, De Paoli

Allenatore: Andrea Sottil

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Assistenti: Sig. Salvatore Longo di Paola e Sig. Michele Lombardi di Brescia

IV Uomo: Sig. Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto

VAR: Sig. Lorenzo Maggioni di Lecco e Sig. Gamal Mokhtar di Lecco (aVAR)

Marcatori: Sabiri (ASC); Montalto (RGI);

Sostituzioni: Eramo per Buchel (ASC); Galabinov per Cortinovis (RGI); Dionisi per Maistro (ASC); Liotti per Rivas (RGI); Bianchi per Hetemaj (RGI); Denis per Montalto (RGI); Quaranta per D’Orazio (ASC); De Paoli per Iliev (ASC);

Ammoniti: D’Orazio (ASC); Sabiri (ASC);

Espulsi:

Recupero: 2’ p.t.; 5’ s.t.