Ven 9 Dic 2022
spot_img
HomeCronacaEntra in un pub e si...

Entra in un pub e si rifiuta di mostrare il green pass: “Vi ammazzo tutti!”

Nel corso dei servizi di controllo del territorio, il personale della Squadra Volante di Catanzaro, è intervenuto presso l’esercizio commerciale denominato “Pablo”, di Catanzaro Lido, dove era stato segnalato un soggetto che creava problemi al titolare, perchè non voleva esibire il green pass per accedere all’interno.
Giunti sul luogo gli agenti trovano N.A., di anni 38, domiciliato a Catanzaro che si mostrava da subito poco collaborativo ed aggressivo e si rifiutava altresì di fornire i propri documenti di identificazione declinando false generalità.
Successivamente, il personale riusciva ad identificarlo compiutamente, riconoscendolo, senza ombra di dubbio, tramite l’effige del cartellino segnaletico esistente presso il locale Gabinetto di Polizia Scientifica. Nel prosieguo delle operazioni di P.G., emergeva che N.A. risultava colpito da provvedimento di Revoca di Decreto di Sospensione di Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, n. SIEP 170/2011, emesso dalla Procura Della Repubblica Presso il Tribunale di Catanzaro in data 10.06.2021, dovendo espiare una pena residua di anni 2, mesi 1 e giorni 8 di reclusione, poiché condannato per il reato di furto aggravato.
Lo stesso veniva, inoltre, deferito in stato di libertà alla competente A.G. per i reati di false dichiarazioni sulla propria identità personale e resistenza a P.U., atteso che durante l’espletamento dell’attività di polizia, aveva declinato false generalità, per poi rifiutarsi di sottoporsi ai rilievi foto segnaletici, apostrofando il personale operante con frasi minacciose del tipo “ VI AMMAZZO TUTTI, ADESSO SPACCO TUTTO, VI AMMAZZO”.
Agli atti di questo Ufficio, l’interessato annovera precedenti penali per reati contro il patrimonio (furto, rapina) la persona (minacce), reati in materia di immigrazione ed inosservanza ai provvedimenti dell’Autorità.
Ed ancora a Catanzaro la scorsa notte il personale della Squadra Volante, in Viale Lucrezia Della Valle, procedeva al controllo di un’autovettura Fiat Seicento, con a bordo due persone, una delle quali, A.F., di anni 32, oltre ad annoverare diversi precedenti penali, risultava segnalato per avere dichiarato diversi alias.
I successivi accertamenti permettevano di stabilire che lo stesso era destinatario di un Ordine di Revoca di Decreto di Esecuzione per la Carcerazione, nr. SIEP 128/2021, emesso dalla Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Napoli Nord, in data 16.12.2021, dovendo espiare una pena residua di mesi 9 di reclusione, poiché condannato per il reato di ricettazione.
Dopo le formalità di rito entrambi venivano associati presso la Casa Circondariale di Crotone attesa l’indisponibilità di accoglienza presso la locale Casa Circondariale.