Lun 23 Mag 2022
spot_img
HomeCronacaMuore nel fiume in piena, dopo...

Muore nel fiume in piena, dopo 14 anni arriva il risarcimento per un giovane cosentino

Quattordici anni. Tanto è durata l’odissea di una famiglia cosentina che solo ora è riuscita a vincere la battaglia legale per la morte del proprio caro. Il tribunale regionale delle acque pubbliche di Napoli ha riconosciuto il risarcimento ai familiari della vittima ed ha condannato in solido la Regione Calabria ed il Comune di Castrolibero.

Era la mattina del 12 marzo 2008 quando venne ritrovato morto dai Vigili del Fuoco Roberto Mazzuca, 37 anni. Il giovane, originario di Castrolibero, venne travolto il pomeriggio prima dalle acque del fiume Surdo, tra Rende e Castrolibero. A bordo del suo furgoncino, stava cercando di attraversare il greto, ma non è riuscito mai ad oltrepassarlo.

Il suo corpo fu ritrovato impigliato in alcuni arbusti, sulla riva sinistra del fiume. Roberto Mazzuca ha lasciato la moglie e una bimba di soli quattro mesi.