Sab 2 Lug 2022
spot_img
HomeAttualitàFranco Rosito confermato Presidente del Circolo...

Franco Rosito confermato Presidente del Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza

Il giornalista Franco Rosito è stato confermato alla presidenza del Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza.

La riconferma di Rosito è avvenuta su unanime indicazione del Consiglio Direttivo, rieletto, per acclamazione, nell’assemblea del 28 maggio scorso.

Definite anche le cariche all’interno del Direttivo, così distribuite: Franco Mollo vice presidente vicario, Monica Perri vice presidente,  Franco Lorenzo tesoriere, Franca Ferrami, segretario, Raffaele Zunino e Giuseppe Di Donna consiglieri.

Insediatosi anche il Collegio dei Revisori dei Conti, con la rielezione alla presidenza di Francesco Mannarino e la riconferma, come componenti, di  Roberto Barbarossa e Romolo Cozza. Per il Collegio dei Probiviri conferma anche per Franco Segreto, che proseguirà il suo mandato di presidente per il prossimo triennio, e per i membri effettivi Dino Gardi ed Enzo Pianelli. 

Subito dopo la sua rielezione a presidente, Franco Rosito ha ringraziato i consiglieri del Direttivo per avergli rinnovato la fiducia ed ha, sia pure per linee generali, tracciato gli obiettivi del prossimo triennio “che dovrà essere caratterizzato – ha detto Rosito – da una sempre più incisiva presenza del Circolo nelle attività, culturali, formative, associative ed anche sportive, che si svilupperanno sul territorio.

Il Circolo della stampa “Maria Rosaria Sessa” – ha aggiunto il presidente Rosito – dovrà distinguersi sia per riaffermare i capisaldi e i principi basilari della professione giornalistica, sia per raccogliere le sfide che alla professione lanciano quotidianamente i nuovi strumenti attraverso i quali essa si esercita, senza perdere di vista l’importanza delle nuove frontiere del mestiere del giornalista verso le quali bisognerà opportunamente indirizzare, con sempre nuovi suggerimenti e idee, i giornalisti del domani, a cominciare da quelli che formano la grande famiglia della Sessa”.