Sab 2 Lug 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàAmbienteRiserva Naturale calabrese abitata da aquile,...

Riserva Naturale calabrese abitata da aquile, caprioli, scoiattoli, picchi, poiane

Rare specie vegetali e una ricca fauna abitano la Riserva Naturale Valle dell’Argentino. La Calabria si conferma una regione ricca di biodiversità, sia vegetale che animale.

La flora e la fauna della Riserva Naturale, accessibile dal comune di Orsomarso, grazie alla presenza di diversi microclimi, rappresentano un piccolo scrigno di biodiversità. Colpisce che in un’area racchiusa in una superficie di 3.980 ettari, siano presenti così tante varietà di vegetazione, di flora e di specie animali.

La Riserva Naturale Valle del fiume Argentino è stata dichiarata Zona di Protezione Speciale ai sensi della Direttiva Europea 79/409, che ha per scopo la conservazione dell’habitat naturale degli uccelli selvatici che transitano o sostano nei periodi migratori.

La valle è caratterizzata da ambienti umidi e boschi di leccio, cerro, roverella e altri arbusti tipici della macchia mediterranea. Nei boschi della Riserva Naturale si trovano anche castagni, ornielli, ciliegi selvatici, ontani napoletani e, alle quote più elevate, il pino loricato e il pino nero.

La fauna presente nella Riserva Naturale Valle dell’Argentino è quella tipica delle montagne appenniniche, che vede la presenza stabile del lupo, dello scoiattolo, del gatto selvatico, del cinghiale, della martora, della faina e della donnola. Tra i mammiferi è di rilievo nazionale la presenza di un nucleo autoctono di capriolo italico, sparito ormai su gran parte del suolo appenninico. Tra gli uccelli nidificanti all’interno della Riserva troviamo l’aquila reale, il falco pellegrino, la coturnice, il picchio nero, la poiana, lo sparviero, l’allocco, il barbagianni, il corvo imperiale, il picchio verde, il regolo ed il gufo reale.

La Riserva Naturale Orientata del fiume Argentino si trova sui monti di Orsomarso, nell’alto Tirreno cosentino, nel versante più selvaggio e naturale del Parco Nazionale del Pollino.