Dom 2 Ott 2022
spot_img
HomeAttualitàDisabili bloccati all’aeroporto di Lamezia, sarà...

Disabili bloccati all’aeroporto di Lamezia, sarà informato il Ministero dei Trasporti

L’Organizzazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili di Catanzaro ha avanzato un’istanza alla SACAL, società che gestisce gli aeroporti calabresi, chiedendo di provvedere a risolvere il problema dell’assistenza disabili negli scali calabresi.

Carlo Garofalo, presidente della Unitalsi di Crotone, denuncia “gravi disagi per un gruppo di decine di persone affette da disabilità bloccate per diverse ore dentro a un aereo a causa molto probabilmente della carenza di personale allo scalo lametino della Sacal”.

L’episodio denunciato risale al 10 giugno, quando un gruppo di persone di ritorno da un pellegrinaggio a Lourdes è rimasto bloccato nell’aeroporto a Lamezia Terme per la mancanza di personale addetto allo sbarco. All’atterraggio i passeggeri sono stati fatti scendere ed hanno aspettato nella hall dell’aeroporto in attesa dei bagagli ed altri sono rimasti a bordo senza alcuna assistenza.

“Questi disservizi purtroppo accadono di frequente negli scali calabresi, sono fortemente lesivi per le persone costrette a subire gravi disagi, sono lesivi nei confronti dei passeggeri in genere perché sono limitati allorquando un congiunto non è deambulante, è lesivo per l’immagine della nostra Regione e di conseguenza sull’impatto turistico e quindi economico-si legge in una nota della Onmic-.

La Onmic è fortemente critica ne confronti della SACAL che deve gestire queste situazioni con l’incremento di personale e controlli severi. Oltretutto, una direttiva europea, prevede l’obbligatorietà e gratuità della assistenza a tutti i portatori di handicap fisici e mentali e alle persone anziane. E’ una situazione inammissibile. ONMIC si riserva di fare rimostranze alla Sacal, alla Regione Calabria ed al Ministero dei Trasporti. Queste vergognose situazioni non debbono ripetersi mai più”.