Mer 28 Set 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàÈ la notte di San Lorenzo:...

È la notte di San Lorenzo: occhi al cielo per lo spettacolo delle stelle cadenti

Oggi, 10 agosto, è la notte di San Lorenzo. Occhi al cielo quindi nella serata odierna per godere del tradizionale spettacolo offerto dalle stelle cadenti: le meteore Perseid il cui picco è previsto tra l’11 e il 13 agosto.

Dopo un 2021 memorabile, lo spettacolo di quest’anno sarà compromesso dalla Luna piena, allora meglio anticipare le osservazioni di un paio di notti oppure attendere la parte finale della notte.

Puntuali come ogni anno tornano le Perseidi, note anche come le Lacrime di San Lorenzo, dovute ai grani di polvere lasciate dalla cometa Swift-Tuttle che bruciano nell’impatto con l’atmosfera terrestre producendo spettacolari scie di luce nel cielo.

La pioggia meteorica si manifesta dalla fine di luglio fino oltre il 20 agosto e il picco di visibilità è concentrato tra il 10 e il 13 agosto, con una media di circa un centinaio di scie luminose osservabili ad occhio nudo ogni ora.

Le lacrime di San Lorenzo

Il 10 agosto ricorre la celebrazione liturgica di San Lorenzo, martire cristiano ucciso nel 258 d.C. per volere dell’imperatore romano Valeriano, che scatenò una crudele campagna di persecuzione nei confronti della gerarchia ecclesiastica dell’epoca. Il supplizio di Lorenzo, che era uno dei sette diaconi di Roma, alimentò un forte senso di devozione nei suoi confronti.

La leggenda popolare più famosa racconta che le Perseidi sono la testimonianza delle lacrime versate dal santo durante suo il martirio. Da qui nasce la anche la tradizione di esprimere un desiderio ogni volta che si riesce a intercettare con lo sguardo una stella cadente, nella speranza che Lorenzo ci aiuti a realizzarlo.