Mar 29 Nov 2022
spot_img
HomeCronacaSi schianta contro un muro dopo...

Si schianta contro un muro dopo 12 ore di lavoro, ferita dottoressa del Pronto soccorso

Poteva essere fatale il colpo di sonno che l’ha colpita mentre tornava a casa, alle 8 di ieri mattina, dopo 12 ore di lavoro ininterrotto al Pronto Soccorso di Locri, per la dottoressa Palma Romeo.

La donna, infatti, con la sua auto è andata a sbattere contro un muro. Fortunatamente, la sua vita non  è in pericolo. Ha riportato solo alcune escoriazioni, ematomi e contusioni, oltre che tanta paura. Ma quanto accaduto conferma che determinati turni di lavoro sono insostenibili. Una denuncia giunta più volte dai medici del pronto soccorso di Locri e non soltanto.

I codici rossi e gialli necessitano di almeno due medici a turno, vien facile capire che servono sei medici al giorno e, invece, i soli nove presenti non riescono neppure a coprire due giorni.

Ecco che si vedono turni sovrumani di dodici e anche di più ore mentre l’utenza servita è di circa 131.985 abitanti suddivisi nei 42 comuni che compongono la Locride. A questi cittadini bisogna aggiungere adesso anche i tanti turisti. Si parla di circa 35 mila accessi al mese.

Di certo -come scrive il Quotidiano del Sud – solo nella notte tra domenica e lunedì, prima dell’incidente, la dottoressa Romeo del pronto soccorso di Locri ha avuto 30 nuovi accessi più i pazienti che erano già ricoverati al pronto soccorso prima dell’inizio del suo turno.