Gio 29 Set 2022
spot_img
HomeTurismoTra natura e beni archeologici, lo...

Tra natura e beni archeologici, lo splendido luogo “segreto” in Calabria

La nostra regione nasconde dei luoghi ancora intatti poiché non eccessivamente esplorati dal turismo di massa. Vere e proprie meraviglie che potremmo definire “segrete” e che sono dei piccoli paradisi terrestri.

Uno di questi si trova nella punta più orientale della Calabria, sul promontorio Lacinio, a dodici chilometri da Crotone, ed è un sogno a occhi aperti tutto da scoprire: Capo Colonna. Si tratta di uno dei luoghi storici più suggestivi della costa ionica e di tutto il Sud Italia.

Il sito sorge un’area archeologica estremamente suggestiva dove mito, storia, archeologia, natura e fede si intrecciano. I resti di un antico tempio dorico del V secolo a.C., dedicato alla dea Hera, protettrice delle donne e della fertilità, conducono il viaggiatore alla scoperta di uno dei luoghi di culto più importanti non solo della Magna Grecia, ma di tutta la Grecia Antica.

Del tempio sopravvive solo una colonna che si innalza maestosa, con i suoi otto metri d’altezza, protesa, quasi come un faro, sul mare cristallino. Il percorso che porta alla colonna è immerso in un’area verde tra piante di ulivi e piccoli arbusti tipici della macchia mediterranea: l’odoroso mirto, il corbezzolo, il lentisco e ancora il finocchio marino, la ginestra, il papavero.

Nella parte più a nord del promontorio si trovano anche resti di epoca romana e la piccola chiesa della Madonna di Capo Colonna.