Gio 29 Set 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàGiornate europee del patrimonio: porte aperte...

Giornate europee del patrimonio: porte aperte in Calabria a ville e parchi archeologici

Il 24 e 25 settembre 2022 torna l’atteso appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio, iniziativa promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea.
Alla manifestazione aderiscono numerosi luoghi della cultura quali musei, gallerie, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, biblioteche e archivi con visite guidate, aperture straordinarie, iniziative digitali, eventi.

Il tema delle giornate per l’edizione 2022 è il Patrimonio culturale sostenibile come eredità per le generazioni future. Lo scopo della manifestazione è far apprezzare e conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale e stimolare la partecipazione attiva nell’ottica della sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni.

Per entrambe le giornate in Calabria sarà possibile fruire di visite guidate dedicate a storiche bellezze architettoniche. La città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia propongono una serie di attività che avranno luogo in diverse località del reggino.

Sabato mattina (con orario dalle 9 alle 13) gli archeologi della Soprintendenza effettueranno visite guidate alla villa romana del Naniglio (comune di Gioiosa Ionica), dove sono in corso i restauri degli splendidi tappeti musivi, mentre al Museo archeologico di Rosarno e presso le principali aree archeologiche di Reggio Calabria (Mura greche, Terme romane, Ipogeo di P. Italia, Odeon, Area sacra di Griso Laboccetta) le visite guidate continueranno anche nel pomeriggio (con orario 15-18). All’interno del ricco calendario di attività del progetto “Sunoicheo” a cura dell’Assessorato alla Cultura di Reggio Calabria, segnaliamo che sabato, con partenza dal Castello aragonese alle ore 17:30, avrà luogo la passeggiata archeologica “Itinerario greco-romano” (durata circa 90 minuti). Il percorso sarà animato da una guida che avrà le sembianze di Aristotele e da performance artistico/scientifiche che accompagneranno i visitatori lungo i siti archeologici.

Coloro che non riusciranno a partecipare il sabato, potranno comunque approfittare delle aperture programmate per la mattina di domenica, quando, sempre con orario 9-13, il personale del Ministero garantirà l’apertura delle Mura greche e delle Terme romane.

Un programma molto intenso e ricco di attività sul territorio è anche quello che si terrà nel territorio di Motta San Giovanni, grazie all’impegno dell’amministrazione comunale in sinergia con la Pro Loco e diverse associazioni locali e sempre di concerto con la Soprintendenza. Sabato mattina saranno organizzate visite guidate (dalle ore 9 alle 13:30) dell’ “Antiquarium Leucopetra” destinate alle scolaresche, mentre il pomeriggio (ore 16-19) si terranno delle attività ludico-ricreative alla scoperta dei reperti custoditi presso lo stesso spazio museale museo e delle opere che compongono la mostra permanente su Edward Lear. Nel pomeriggio di sabato sarà inaugurata nella sede dell’Associazione Minatori la mostra fotografica dedicata alla vita del minatore (ore 17-19), mentre, sempre allo stesso orario, sarà possibile effettuare delle visite guidate della fortezza di San Niceto grazie all’impegno dell’Associazione Eureka. Domenica, invece, grazie al coinvolgimento dell’Associazione “InHoltre” operante nel campo della disabilità, saranno organizzate visite guidate dell’antiquarium destinate a gruppi e associazioni (9:30-13:30). Nel pomeriggio, con inizio fissato alle ore 18, avrà luogo la tavola rotonda “Alla scoperta del territorio di Motta San Giovanni: un’eredità il futuro”, a cui prenderanno parte il sindaco del comune di Motta San Giovanni, l’assessore alla cultura, diversi studiosi locali e un rappresentante della Soprintendenza.