Lun 28 Nov 2022
spot_img
HomeCostume & SocietàVibo si prepara per “San Martino…...

Vibo si prepara per “San Martino… non sol vino”: tra degustazioni, cibo e tanta musica

Un nuovo appuntamento con la socialità, lo svago e la degustazione è in programma a Vibo Valentia.

L’assessorato alle Attività produttive guidato da Carmen Corrado – col fondamentale apporto organizzativo della Proloco del presidente Giusi Fanelli, e con la collaborazione dell’azienda agricola sociale Junceum dell’associazione La Goccia di Michele Napolitano – ha promosso l’iniziativa “San Martino… non solo vino!”.

Dalle ore 18 alle 21 su corso Vittorio Emanuele III sarà quindi possibile brindare con un aperitivo davvero speciale. Grazie alla partecipazione di cinque cantine del Vibonese, affiancate dall’Associazione provinciale dei sommelier che accompagnerà la degustazione, si potrà brindare con la tradizione del vino novello, degustando snack a base di frutta secca e stuzzicheria varia e deliziando il palato con il “cuoppo” preparato con prodotti rigorosamente a chilometro zero dai volontari della Junceum, che serviranno anche le classiche polpettine.

Immancabile pure la castagnata grazie alla partecipazione della Dog Days di Saverio Ferrise. Non mancherà la musica live grazie alla grande partecipazione dei percussionisti del Conservatorio “Torrefranca” e della band vibonese dei “Senza Tetto”.

Le cantine presenti sono quelle delle aziende Benvenuto, Artese, Dastoli, Masicei e Casa Comerci, e per la degustazione sarà possibile acquistare direttamente in loco il ticket. A loro ed agli altri partecipanti va il ringraziamento dell’assessore Corrado, per “avere accettato l’invito e per rendere diversa una serata nella nostra Vibo Valentia.

Un’opportunità anche per i commercianti del corso ed i ristoratori, che dato l’orario scelto potranno anche beneficiare dell’afflusso di persone che vorranno partecipare. Un ringraziamento – conclude la Corrado – va infine alla Pro loco di Vibo che dimostra ancora una volta il suo amore per la città affiancando e sostenendo l’azione dell’assessorato”.