Ven 9 Dic 2022
spot_img
HomeSportCalcioGol e spettacolo al “Marulla”, il...

Gol e spettacolo al “Marulla”, il Cosenza stende il Palermo: 3-2 il risultato finale

Il Cosenza deve dare una netta sterzata al percorso intrapreso nelle ultime uscite (cinque sconfitte consecutive) e ritrovare la giusta fiducia. Viali ritrova Florenzi, già dal primo minuti in campo insieme a Calò, per la sfida contro il Palermo di Eugenio Corini che anche per la partita contro i calabresi si affida all’undici di partenza visto contro il Parma.

Contestazione Curva Nord

Dura contestazione da parte della tifoseria del Cosenza nei riguardi del presidente Eugenio Guarascio già prima del fischio d’inizio con cori e striscioni indirizzati al patron di via degli stadi, fortemente criticato per lo scarso rendimento della squadra nell’ultimo periodo.

Scompiglio sugli spalti

Partita calda in campo, ma soprattutto sugli spalti con scene che non non si dovrebbero più vedere all’interno degli stadi ma che, purtroppo, ancora avvengono oscurando la cronaca della partita e di quella che dovrebbe essere una giornata di festa. Due petardi scoppiati dal settore ospiti e l’intervento della croce rossa per soccorrere uno steward stordito dal forte botto.

Primo tempo

Primo tempo ricco di emozioni. Il Cosenza prova a giocare velocemente tra le linee trovando buoni spazi per arrivare davanti la porta difesa da Pigliacelli senza, però, riuscire a sbloccare lo score. Il Palermo risponde colpo su colpo e trova anche il vantaggio in chiusura di primo tempo con Brunori che taglia fuori la difesa rossoblù concretizzando la verticalizzazione di Di Mariano. I padroni di casa rispondono nell’immediato con Florenzi che rientra nel migliore dei modi dopo lo stop forzato per infortunio capitalizzando il traversone di Rispoli con una conclusione a volo precisa che rimette tutto in parità.

Secondo tempo

In avvio di ripresa cambia per tre volte il risultato nel giro di dieci minuti. Rigione firma il 2-1 per il Cosenza sugli sviluppi di un corner, il Palermo risponde – sempre dalla bandierina – con il solito Brunori e, poi, Larrivey firma il nuovo vantaggio rossoblù dopo un’ottima azione combinata di Martino che trova lo spazio giusto per lanciare D’Urso che scodella su “El Bari” che deve solo appoggiare in porta.

Finale teso al “San Vito/Marulla” con il Palermo che a tempo scaduto ha la possibilità di rimettere in equilibrio il risultato dagli undici metri dopo una deviazione di mano di Rigione. Lungo check al VAR prima di assegnare il penalty. Sul punto di battuta si presenta Brunori, ma Marson si fa trovare pronto riuscendo a togliere dall’angolino basso la conclusione precisa dell’attaccante rosanero. Il Cosenza torna a vincere dopo cinque partite con un ritrovato Florenzi e il salvataggio in extremis di Marson.

Partita al cardiopalma quella tra il Cosenza e il Palermo con i calabresi che, di forza, riescono ad imporsi mettendo fine alla lunga striscia di risultati negativi che andava avanti dal derby contro la Reggina. Vittoria che, comunque, non rilassa gli animi della tifoseria nei confronti del presidente Guarascio preso di mira anche dopo il triplice fischio.


Cosenza (4-3-2-1): Marson; Rispoli, Rigione, Meroni, Martino; Florenzi, Voca, Calò; Merola, D’Urso; Larrivey

Panchina: Matosevic; Brescianini; Kornivig; Brignola; Panico; Vaisanen; Camigliano; Nasti; Vallocchia; Venturi; Butic; Zilli

Allenatore: William Viali

Palermo (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Marconi, Devetak; Segre, Gomes, Broh; Valente, Brunori, Di Mariano

Panchina: Grotta; Massolo; Pierozzi; Sala; Accardi; Crivello; Floriano; Vido; Damiani; Soleri; Saric; Bettella

Allenatore: Eugenio Corini

Arbitro: Sig. Matteo Gualtieri di Asti

Assistenti: Sig.a Francesca Di Monte di Chieti e Sig. Giuseppe Maccadino di Pesaro

IV Uomo: Sig. Francesco Carrione

VAR: Sig. Marco Serra di Torino e Sig. Matteo Marchetti di Ostia Lido (aVAR)

Marcatori: Brunori (PAL); Florenzi (COS); Rigione (COS); Brunori (PAL); Larrivey (COS)

Sostituzioni: Crivello per Devetak (PAL); Brescianini per D’Urso (COS); Vido per Marconi (PAL); Saric per Segre (PAL); Brignola per Merola (COS); Venturi per Calò (COS); Camigliano per Rispoli (COS); Floriano per Gomes (PAL); Damiani per Broh (PAL); Kornvig per Florenzi (COS);

Ammoniti: Mateju (PAL); Devetek (PAL); Martino (COS); Florenzi (COS); Marconi (PAL); Calò (COS); Rigione (COS);

Espulsi: Vallocchia (COS);

Recupero: 2’ p.t.; 6’ s.t.