Gio 8 Dic 2022
spot_img
HomeCronacaCosenza, rubato un defibrillatore in Piazza...

Cosenza, rubato un defibrillatore in Piazza Spirito Santo

di Anna Zupi
Triste risveglio nella città bruzia che ancora una volta è vittima di atti vandalici. Sempre più spesso i defibrillatori e le opere pubbliche vengono prese di mira da teppisti.
La mancanza di telecamere di videosorveglianza spesso gioca a favore di chi, senza alcuno scrupolo, sottrae strumenti di massima importanza alcune volte indispensabili per salvare una vita.

«E’ vergognoso il furto del defibrillatore di piazza Spirito Santo. Un gesto che condanno con forza perché relativo ad un oggetto salva vita e che evidenzia una totale mancanza di senso civico e di rispetto verso il prossimo».

E’ quanto afferma il sindaco Franz Caruso, appena appresa la notizia diffusa dal comitato spontaneo dei cittadini del quartiere Spirito Santo, a cui esprime la propria vicinanza.

«Rubare e/o danneggiare questi strumenti elettromedicali – prosegue il primo cittadino – frutto, peraltro, della straordinaria e commovente solidarietà di associazioni e singoli cittadini, è un atto ignobile perché sono strumenti che possono fare la differenza tra la vita e la morte ed il malcapitato che ne potrebbe avere bisogno potrebbe essere anche un parente o un amico dell’autore del furto, lo si tenga bene in mente».

«Faccio mio l’appello – continua – a restituire l’importante apparecchio formulato dal comitato spontaneo dei cittadini dello Spirito Santo, in nome del bene più prezioso che ognuno di noi ha: la vita. Certo, emerge chiara la necessità, non essendo questo il primo episodio di danneggiamento o furto di un defibrillatore, di porre in essere sistemi preventivi più efficaci per tutelare tutti i DAE che abbiamo posizionato sul territorio per rendere Cosenza finalmente una città cardio protetta. Lo faremo per quanto è nelle nostre possibilità».

«Colgo l’occasione, avendo letto nelle dichiarazioni del comitato Spirito Santo l’esposizione della situazione difficile in cui versa il quartiere – conclude il sindaco Franz Caruso – per ribadire la mia massima attenzione verso l’intero Centro Storico, di cui conosco bene criticità ed emergenze. Non a caso su di esso ho acceso sin dal mio insediamento i riflettori assegnando una delega specifica al consigliere Francesco Alimena, con il quale si sta portando avanti una mole di lavoro immenso, intervenendo sulle necessità quotidiane che vi si registrano.

Per Cosenza Vecchia abbiamo programmato un futuro di rilancio e di rinascita, attraverso il CIS ed Agenda Urbana. Occorre, ora, avere un poco di pazienza affinché i progetti si trasformino in opere concrete capaci di renderne tangibili i benefici per residenti e non».