Mer 7 Dic 2022
spot_img
HomePoliticaInchiesta al Comune di Rende, nove...

Inchiesta al Comune di Rende, nove consiglieri sfiduciano il sindaco Manna

Nove consiglieri comunali di Rende hanno presentato una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Marcello Manna. I consiglieri comunali di opposizione Franco Beltrano, Luciano Bonanno, Andrea Cuzzocrea, Massimiliano De Rose, Enrico Monaco, Michele Morrone, Sandro Principe, Annarita Pulicani, Domenico Talarico hanno chiesto, dunque, al presidente del Consiglio comunale «la convocazione immediata dell’apposita seduta del Consiglio comunale, nei termini e modi di legge, al fine di discutere e deliberare in merito alla presente proposta di mozione di sfiducia al sindaco».

«La città sta subendo un gravissimo e difficilmente rimediabile danno d’immagine», scrivono i consiglieri comunali, che aggiungono: «L’attività amministrativa risulta fortemente rallentata e in alcuni casi sospesa a seguito dell’impedimento imposto dall’Autorità giudiziaria ad alcuni componenti della giunta, dirigenti apicali e funzionari tecnici e amministrativi». Sulla posizione di Manna poi i consiglieri comunali spiegano: «Il sindaco di Rende esercita anche le funzioni di Presidente dell’Anci Calabria e dell’Ato Cosenza, per cui le difficoltà di cui sopra si riverberano anche su enti e associazioni di tipo sovracomunale, arrecando oggettivi disagi alle suddette istituzioni».