Home Attualità Spettacolo "Gli arcobaleni di altri mondi, intorno...

“Gli arcobaleni di altri mondi, intorno a Fabrizio De André”

Torna lo spettacolo “Gli Arcobaleni di altri mondi, intorno a Fabrizio de André”. Dopo il debutto a Castrovillari, e il successo registrato a Cosenza e Crotone, i due musicisti calabresi Daniele Moraca e Sasà Calabrese, venerdì 8 febbraio, alle ore 20.30, saliranno sul palco del Teatro comunale di Mendicino per cantare le canzoni del cantautore genovese, ripercorrendo la sua carriera musicale. Insieme a loro suoneranno Checco Pallone ai tamburi a cornici, Danillo Chiarella al basso elettrico, Roberto Risorto al pianoforte e Massimo Garritano con una vasta gamma di suoni che comprendono il bouzouky, lap steel, chitarra elettrica e l’ukulele.

Uno spettacolo che ha già emozionato un pubblico di tutte le età, regalando aneddoti, sensazioni uniche nel riecheggiare la poesia, le melodie e il vissuto dell’artista genovese. Via del Campo, La guerra di Piero, La Canzone del maggio, Amore che vieni Amore che vai, La canzone dell’amore perduto, Ho visto Nina volare, sono solo alcune delle 17 canzoni in scaletta che intratterranno il pubblico per oltre due ore. Canzoni alternate dalla lettura di stralci scritti dallo stesso De André, dalla voce narrante di chi lo ha conosciuto e ha descritto la sua vita ricca di passioni e voglia di libertà.

Dopo Mendicino lo spettacolo sarà messo in scena anche a Rogliano. Il gruppo suonerà, infatti, sabato 9 febbraio, alle ore 18.30, all’Auditorium del Liceo Scientifico A. Guarasci. «L’idea di omaggiare uno dei maggiori poeti in musica è nata con la voglia di suonare le sue canzoni rispettando le melodie originali, mettendoci del nostro, invece, nella cura dei suoni, ognuno con il suo marchio – spiegano i due cantautori Sasà Calabrese e Daniele Moraca -. “Gli arcobaleni di altri mondi, intorno a Fabrizio De André” è uno spettacolo che ha da subito conquistato il pubblico. È arrivato a tante persone, in maniera spontanea, semplice, diretta. Abbiamo pensato di proporlo anche nelle scuole con l’obiettivo di far conoscere la forza dei suoi testi agli adolescenti che ancora non lo conoscono». Dopo le date calabresi, lo spettacolo varcherà i confini regionali e verrà riproposto anche a Roma, ad Andria e in altre città del Centro e Nord Italia.