Lun 14 Giu 2021
Advertising
Home Costume & Società A Cosenza tornano i “Cinque sensi...

A Cosenza tornano i “Cinque sensi di marcia”

Si rinnova sabato 25 maggio l’appuntamento mensile con “Cinque sensi di marcia”, l’iniziativa, promossa dall’Assessorato al turismo e marketing territoriale di Palazzo dei Bruzi, guidato da Rosaria Succurro e che prevede un nuovo itinerario di trekking urbano, questa volta dedicato ai percorsi d’arte in città.

I partecipanti saranno condotti alla scoperta o riscoperta di alcuni dei musei più importanti e significativi della città. Tra le tappe previste, anche la visita alla Chiesa di San Francesco di Paola.

L’itinerario avrà inizio alle ore 16,00 da Palazzo Arnone e dalla sua Galleria Nazionale che ospita importanti opere pittoriche di artisti italiani e internazionali: Luca Giordano, Mattia Preti (il “cavalier calabrese”), Umberto Boccioni.

A seguire, la tappa alla Chiesa di San Francesco di Paola, uno dei luoghi sacri più amati della città. Il percorso si concluderà con la visita al Museo Diocesano che raccoglie le più importanti testimonianze di arte sacra del territorio tra cui spicca la Stauroteca (la croce reliquiario) donata dall’imperatore Federico II di Svevia alla città, in occasione della riconsacrazione della Cattedrale nel 1222. Il Museo Diocesano venne inaugurato il 25 giugno del 2013, per conservare, valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio storico-artistico proveniente dalla Cattedrale e dal territorio della Diocesi.

Se la Stauroteca è il fiore all’occhiello dell’esposizione, l’itinerario, all’interno del Museo Diocesano include anche le sei sale che custodiscono opere e suppellettili liturgiche databili dal XII al XIX secolo e la ricchissima collezione di dipinti, abiti, oggetti sacri, statue ed altri reliquiari. L’ingresso al Museo è ad offerta libera.

Il raduno per tutti i partecipanti a “Cinque sensi di marcia” di sabato 25 maggio è in piazza Andy Warhol, davanti Palazzo Arnone, alle ore 16,00. La conclusione dell’itinerario è prevista per le 19,00 in Piazza Parrasio dopo la visita al Museo Diocesano.