Presto a Catanzaro il museo del mare

Ivan Cardamone Pierangelo Campodonico
Pubblicità

Giornata di visita istituzionale a Catanzaro per Pierangelo Campodonico, direttore del Muma, Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni di Genova, con cui l’amministrazione comunale ha firmato la convenzione per la stesura di un progetto preliminare di fattibilità del Museo del mare e delle tradizioni marinare da allocare nell’area portuale di Catanzaro. Campodonico ha tenuto un incontro con gli assessori al patrimonio Ivan Cardamone e all’urbanistica Modestina Migliaccio e i dirigenti dei settori interessati dal progetto, Andrea Adelchi Ottaviano (Patrimonio), Giuseppe Lonetti (Urbanistica) e Antonino Ferraiolo (Cultura e turismo), insieme ai progettisti incaricati riguardo ai lavori di completamento del Porto. La visita ha fatto seguito alla firma della convenzione avvenuta a Genova nelle scorse settimane ed è stata l’occasione per discutere dell’iter progettuale da mettere in campo con l’obiettivo di dare vita ad un percorso museale incentrato sul patrimonio storico afferente al mondo marittimo.

Al direttore Campodonico è stata consegnata un’ampia documentazione relativa alle attività poste in essere dall’assessorato alla cultura, oltre che i report sui flussi turistici, le strutture ricettive e le presenze legate al sistema aeroportuale. Lo stesso direttore ha poi tenuto un sopralluogo nell’area portuale e visitato il Complesso e le Gallerie del San Giovanni e il Musmi che caratterizzano la ricca rete espositiva della città.

“Nell’ambito del rapporto di collaborazione avviato con il Muma – ha sottolineato Cardamone – l’amministrazione ha inteso offrire tutto il materiale utile per poter consentire all’istituto di Genova di predisporre un progetto che tenga conto delle caratteristiche e delle potenzialità turistico e culturali fortemente in crescita sul nostro territorio. La realizzazione di un Museo del mare a Catanzaro, attraverso un percorso adeguatamente condiviso con la Regione Calabria, potrà rappresentare una grande fonte di attrazione per il Capoluogo. Nello spazio già individuato all’interno dell’area del Porto, un fattore di assoluto interesse potrà essere costituito dalla musealizzazione del battello sommergibile della classe Sauro donato gratuitamente all’amministrazione da parte del Ministero della Difesa Stato Maggiore della Marina Militare. L’obiettivo è ora quello di coordinare tutti gli interventi trovando una comune visione sul progetto di fattibilità che, da impegni sottoscritti, dovrà essere consegnato a breve”.

Pubblicità