“L’angolo dei versi”: La Sponda

21

Nello scuro coperto oltre la fine

quella irradiata appropinquata spicca

fattezza dove orma che nulla tocca

 

da sobbalzo perenne sulla impressa 

polvere e da un ardito passo, dato

al consesso d’azzurro ospite ingrato,

 

ancóra è fuga di speranza nuova

su altri sogni, correndo la materia

e la sua Sponda ultima offerta al volo

 

del Dono che solenne vedrà poi

sua pace sopra ogni sospeso corpo,

di tanto ambìto più del sobrio mare.

 

Pierfrancesco Greco

Pubblicità