Altri 1045 Oss chiedono la riapertura del concorso per 24 posti

911

Non ci sono soltanto i 92 Oss a Cosenza che, in queste ore, stanno manifestando sul tetto dell’Ao per la loro precarietà lavorativa. Ce ne sono altri 1045, di operatori socio sanitari, che chiedono pubblicamente la riapertura delle procedure concorsuali inerente alla preselezione effettuata lo  scorso aprile 2019 per almeno altri 24posti, sulla carta, disponibili.

“Si fa presente che il fabbisogno territoriale ad oggi va ben oltre questi numeri,ed il blocco istituito dal commissario ad acta Cotticelli causa il disservizio alla sanità calabrese”, scrivono proprio questi in una nota.

Nello specifico l’ospedale di Cosenza “vive da tanti anni in una situazione gravissima”, aggiungono.

“Nel corso dei mesi abbiamo assistito a numerosi reclami da parte di precari,personale assunto dalle cooperative che pretendono di essere assorbiti dall’azienda ospedaliera senza aver vinto nessun concorso istituito dall’azienda stessa,pertanto si chiede l’immediata riapertura del concorso in modo da poter procedere alle eventuali assunzioni che servirebbero a coprire una minima parte del personale che ad oggi l’azienda necessità”, il loro sfogo pubblico.

Pubblicità