Strage Vigili del fuoco, fermato il proprietario della cascina

36

Arriva la svolta nelle indagini sulla tragedia di Alessandria nella quale hanno perso la vita tre giovani Vigili del Fuoco.

Ieri sera il fermo di un uomo aveva già fatto insospettire tutta l’opinione pubblica. Oggi arriva la conferma dal procuratore di Alessandria Enrico Cieri.

C’è una tentata frode all’assicurazione dietro la tragedia di Quargnento per la quale i carabinieri hanno fermato la scorsa notte Giovanni Vincenti, il proprietario della cascina esplosa in cui sono morti tre vigili del fuoco.

Lo rende proprio noto il procuratore Cieri a margine della conferenza stampa. L’uomo fermato ha confessato, negando però l’intenzione di volere uccidere. La moglie di Giovanni Vincenti è indagata a piede libero, rende noto il procuratore.

Oggi a Reggio Calabria i funerali in Cattedrale del vigile del fuoco calabrese, Antonino Candido.