Squash, 16 nazioni rappresentate a Rende

56

Dal 20 al 24 novembre lo Scorpion di Rende ha ospitato gli Internazionali d’Italia di Squash inseriti nel circuito del PSA Challenger. Ricco il montepremi, pari a 6000 dollari. La manifestazione voluta a Rende dalla Federazione italiana Giuoco Squash tanto da assegnare per le competizioni calabresi il giudice di gara nazionale Davide Babini ed altri arbitri internazionali quali Mauro Gabbiati e Marco Viola, ha portato allo Scorpion 32 atleti provenienti da 16 nazioni diverse. Giocatori di ottimo livello compresi in un ranking mondiale dalla 70^ alla 150^ posizione mondiale.

Nella prima giornata di gare, mercoledì scorso, si sono disputati i sedicesimi di finale aggiudicati dal torinese Ludovico Cipolletta e dal francese Edwin Clain. Il giorno dopo agli ottavi Cipolletta  è stato eliminato, mentre il campione italiano Yuri Farneti ha superato il turno rifilando uno splendido 3 0 al giocatore egiziano Hazen Hekmy, mentre l’altro giocatore naturalizzato in Italia ma pakistano di nascita Muhammad Bilal aveva la meglio sullo svedese Erik Jacobsson per 3 set a 1.

Venerdi nei di quarti di finale gli incontri rimasti sono terminati con i seguenti risultati :

il tedesco Yannik Omlor e il gallese Elliott Morris Devred 0-3; il francese Clain contro Yuri Farneti 0-3; l’austriaco Aqeen Rehman contro il ceco David Zeman 3-1; Muhammad Bilal che se la vedrà contro l’egiziano Ahmed Hosny 1-3.

Sabato in semifinale l’outsider del torneo Devred è riuscito a battere dopo circa 75 minuti l’italiano Farneti per 3 set a 2, e Rehman si è sbarazzato di Hosny per 3 set a 1. 

Domenica mattina il gran finale davanti ad una tribuna gremita da più di 100 spettatori tra i quali il consigliere regionale Orlandino Greco ed il presidente nazionale della Federazione italiana Giuoco Squash Piero Bartoletti.  Il terzo posto del torneo città d’Italia femminile è stato conquistato da Stella De Marco che ha battuto per 3 set a 0 Elena Vercillo e subito dopo gara per l’aggiudicazione del gradino più alto del podio che ha, come di consueto, occupato la campionessa italiana in carica Cristina Tartarone riuscendo a battere per 3 set a 0 l’inglese Tayla Mounter. 

A seguire si è disputata la finale maschile che ha visto al fotofinish il trionfo del gallese Devred per 3 set a 2 sull’ austriaco Rehman.

Archiviata questa splendida manifestazione internazionale che ha portato a Rende giocatori di caratura mondiale, nel prossimo mese allo Scorpion di Rende inizieranno i campionati nazionali a squadre di prima categoria con la formazione della IGreco Scorpion che già scalpita per poter iniziare da subito un campionato di vertice.