Spazzatura al collasso, in agitazione dipendenti Calabra Maceri

Pubblicità

Ci risiamo, la storia del “cane che si morde la coda” si ripete costantemente in Calabria.

Il circolo vizioso in cui si trova il sistema dei rifiuti, gira e rigira, riesce a penalizzare sempre e solo i cittadini ed i lavoratori.

Regione, comuni, ditte che si occupano della raccolta dei rifiuti, tutti contro tutti, ma a pagarne le conseguenze sono solo gli abitanti ed i dipendenti.

E’ di oggi la notizia che i lavoratori della Calabra Maceri, la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti in alcuni centri del Cosentino, sono in agitazione per la mancata erogazione dello stipendio. I sindacati hanno promosso, sia per oggi che per domani, nelle ultime due ore di ogni turno lavorativo, delle assemblee per discutere della ingarbugliata situazione della quale ce ne siamo occupati anche nei giorni scorsi.

Stop raccolta dei rifiuti e licenziamenti in arrivo, l’ultimatum da Calabra Maceri

Assemblea oggi davanti al municipio di Rende, domani davanti quello di Montalto Uffugo.

Advertisement
Web Hosting