Lun 26 Set 2022
spot_img
HomePoliticaRegionali, Orlandino Greco: "Sono stato tradito,...

Regionali, Orlandino Greco: “Sono stato tradito, ma Idm è in campo”

Coerenza e dedizione possono suscitare indignazione? A quanto pare, la risposta non è ovvia nel mondo della politica e sembrerebbe essere applicabile in questo caso al consigliere regionale Orlandino Greco il quale si è visto rinnegato da coloro i quali avevano ricevuto da lui solo tanta abnegazione, rimanendo così fuori dalla competizione elettorale.

Il consigliere regionale Orlandino Greco analizza infatti quanto avvenuto con amarezza.

“È ormai chiaro – scrive il consigliere regionale – che al PD non interessava vincere, il solo obiettivo è sempre stato eleggere una pattuglia di fedelissimi, sbarazzandosi con cinismo di un candidato forte e scomodo, con un seguito elettorale costruito con fatica e che i “fedelissimi” non avrebbero mai meritato. L’amarezza più grande rimane di aver creduto profondamente in qualcuno che, quando ha capito il disegno, si è arreso al peggiore PD di sempre.

In questi giorni – prosegue Greco –  ho potuto constatare ancora una volta la forza di un gruppo (Idm) che è rimasto unito, mi è stato vicino.
Grazie agli amici, agli amministratori, ai militanti dell’Italia del Meridione che in queste ore mi stanno dimostrando tutto il loro affetto e la loro vicinanza.

Quello che è stato costruito, il nostro patrimonio di esperienze e relazioni, non andrà disperso. L’Italia del Meridione – conclude Greco –  sarà presente nella competizione elettorale con il dottor Rosalbino Cerra, tra le file dell’Udc al fianco di Jole Santelli. Una persona competente, già amministratore comunale di Castrolibero, che da sempre si impegna per la comunità. Riprendiamo fiato e prepariamoci ad una nuova corsa. Continueremo con più convinzione, più liberi, più decisi. Lo dobbiamo alla Calabria, lo dobbiamo al nostro Paese”.

Il legame di Orlandino Greco con il territorio calabrese è forte: va da un sentimento di appartenenza territoriale allo stimolo per la sua crescita e il suo sviluppo, in una prospettiva mediatica e collaborativa che da sempre lo contraddistingue e nonostante le ultime vicissitudini politiche, che lo vedono fuori dalle liste dei candidati, proseguirà il suo impegno politico volto a disegnare una nuova Calabria.