Mar 2 Giu 2020
Advertising
Home RUBRICHE 5 minuti con... "5minuti con"...Giuseppe Zampino, Fiavet: "Il turismo?...

“5minuti con”…Giuseppe Zampino, Fiavet: “Il turismo? Una tragedia per le 305 agenzie di viaggio”

- Advertisement -

“Salviamo l’occupazione”. Giuseppe Giovanni Zampino, presidente di Fiavet Calabria, la Federazione che associa le imprese di viaggi e turismo, dipinge un quadro negativissimo mai accaduto nel settore. E chiede una unità di crisi del settore turismo alla neo Presidente Regionale Jole Santelli. “Il Coronavirus ha dato un durissimo colpo all’economia turistica della nostra regione: per il solo turismo scolastico abbiamo stimato una perdita di circa 35.000.000 milioni di € in tutta la Calabria. Se consideriamo che siamo nella regione 305 agenzie di viaggi e turismo e che il 35% delle agenzie ha un fatturato di almeno 250 mila euro per i soli viaggi di istruzione, i conti sono presto fatti”.

Gli chiediamo quanto vale il turismo in Calabria. “Il turismo in Calabria vale 4.5 miliardi, che al momento sono ridotti quasi in fumo. Fiavet Calabria, in realtà, aveva avviato in passato un percorso con la vecchia Giunta regionale. Oggi ha presentato alla Santelli una modifica del vecchio testo “obsoleto del 2008”: si abolisca, subito, la tassa regionale per il nostro settore, sia per le sedi principiali che per le filiali”, il grido d’allarme di Zampino. “Incide circa 400 euro su una base abitanti di 40.000…”, spiega.

“In termini economici già c’è il 80% in meno di introiti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. E speriamo sempre che la situazione si riprenda”. Passata l’emergenza attuale, cosa serve al turismo? “Prima di tutto una comunicazione forte, mirata a far ripartire il turismo in Calabria e per noi operatori che facciamo anche outgoing politiche estere che tranquillizzino gli altri stati. Noi stiamo cercando di comunicare positività, nel nostro piccolo. Ci vogliono messaggi che promuovano la Calabria nella sua interezza, come territorio, non sempre le solite destinazioni. Questo per noi è il periodo in cui inizia a farsi strada l’incoming e le agenzie specializzate in questo settore hanno anch’esse grosse difficoltà.

L’incoming incide per un buon 40%. Adesso è tutto fermo. L’Italia aveva fatto l’accordo con la Cina, la Fiavet aveva fatto un accordo sia con la Cina che con la Turchia, con la Croazia. Solo per i cinesi, avevamo previsto 200mila arrivi in più dalla Cina rispetto al 2019. Gli effetti sul turismo regionale – dichiara Zampino – sono già evidenti dopo lo stop alle gite scolastiche. Ora più che mai sinergia tra tutte le categorie Federalberghi, Faita, ConfCommercio, e tutte le altre sigle che si occupano di turismo e trasporti turistici”, afferma.