Mar 27 Ott 2020
Advertising
Home Attualità Carlo Acutis proclamato beato, "un modello...

Carlo Acutis proclamato beato, “un modello per i nostri giovani”

È beato Carlo Acutis, lo studente milanese morto a 15 anni il 12 ottobre 2006 all’ospedale San Gerardo di Monza per una leucemia fulminante, riconosciuto dalla Chiesa, nonostante la sua breve vita, come modello di fede cristiana.

Papa Francesco, nell’esortazione apostolica «Christus vivit», lo ha proposto ai giovani come modello di santità dell’era digitale.

La proclamazione di Carlo Acutis beato, decretata da papa Francesco, è stata pronunciata dal cardinale Agostino Vallini, delegato pontificio per le Basiliche di San Francesco e di Santa Maria degli Angeli, durante la messa celebrata nella Basilica superiore di San Francesco ad Assisi.

La memoria liturgica del beato Carlo Acutis sarà celebrata ogni anno il 12 ottobre, giorno della sua morte.

Nato a Londra il 3 maggio 1991, dove i genitori si trovavano per esigenze di lavoro, Carlo cresce a Milano. Patito di Internet come i suoi compagni, a differenza di tanti di loro, Carlo era convinto che la Rete sarebbe potuta diventare “veicolo di evangelizzazione e di catechesi”. La sua particolare inclinazione per le pratiche religiose lo porta a 12 anni alla messa e alla comunione quotidiana. È stato dichiarato Venerabile nell’estate del 2018. Seppellito ad Assisi, terra natale di San Francesco, cui era molto legato, le sue spoglie sono state traslate nel Santuario della Spogliazione il 6 aprile 2018.