Home Sport Calcio Reggina-Cosenza,tabellini e "giocate"

Reggina-Cosenza,tabellini e “giocate”

Reggina – Cosenza 0-0

Sono passati ben diciotto anni dall’ultima sfida tra Reggina e Cosenza – stagione 2001/2002 – in Serie B. All’epoca le due formazioni erano guidate dai tecnici De Rosa, per i rossoblù, e Colomba, per gli amaranto. Entrambe le sfide finirono a favore della società che affaccia sullo stretto, con le firme di Bogdani (Cosenza – Reggina 0-1) e Jiranek (Reggina – Cosenza 1-0); al termine di quella stagione la Reggina conquistò la seconda promozione nella massima Serie italiana.

A distanza di quasi vent’anni, ritorna in scena il derby tra Reggina e Cosenza nella serie cadetta. Una sfida tutta calabrese, quella in scena al “Granillo” di Reggio Calabria, che vede due calabresi D.O.C. darsi battaglia. Domenico Toscano, allenatore degli amaranto e originario di Reggio, che ha ingranato bene in questo avvio di campionato – dopo aver conquistato la promozione dalla Serie C lo scorso anno -, e Roberto Occhiuzzi, tecnico del Cosenza dal sangue rossoblù, che ha saputo condurre i propri ragazzi ad una storica salvezza nella scorsa stagione.

Primo quarto d’ora di gioco in pieno controllo dei padroni di casa che fraseggiano molto bene in mezzo al campo, contro un Cosenza che si limita a ribattere le incursioni degli amaranto. Prime vere emozioni dopo la mezz’ora di gioco con una occasione per parte. Ottima incursione sulla sinistra di Sacko, serve bene per Gliozzi che fa da sponda al centro dell’area ma il direttore di gara ferma tutto per una irregolarità. Sul cambio di fronte è la Reggina a rendersi protagonista di un’ottima triangolazione che viene fermata sul più bello dalla difesa rossoblù che ribatte e sventa il pericolo.

Confusione su un’azione dubbia, sugli sviluppi di una punizione l’arbitro assegna un gol fantasma dopo un tocco di mano di Tiritiello, tante le proteste e, dopo un lungo confronto con l’assistente, il giudice di gara ritorna su i suoi passi e indica il dischetto, mostrando il secondo giallo a Tiritiello che finisce sotto la doccia prima del tempo. Si presenta Denis sul pallone ma Falcone lo neutralizza, confermandosi un vero para rigori. Finisce a reti inviolate il primo tempo del derby di Calabria con una Reggina più presente e incalzante rispetto ad un Cosenza che subisce ma riesce a difendersi bene, provando ad affacciarsi nella trequarti avversaria sfruttando le ripartenze sulla destra con Carretta.

Ottima occasione della Reggina in avvio di secondo tempo con Liotti che, tutto solo, colpisce male la palla spedendola alta sopra la traversa. È ancora la Reggina a proporsi in avanti e a spaventare i rossoblù che fanno affidamento sull’estremo difensore, Falcone, che salva a più riprese il risultato.

Ancora una volta vicinissimo il vantaggio della Reggina alla ricerca del gol e della vittoria; Menez protagonista assoluto, dell’attacco amaranto, che si carica la squadra sulle spalle e prova a spingere fino ai minuti finali, nonostante le smorfie di dolore che segnano il suo volto. D’altra parte la tattica impostata da Occhiuzzi, soprattutto dopo l’espulsione di Tiritiello, ha dato ragione ai rossoblù che hanno saputo tener testa ad una Reggina dominante sotto il punto di vista del gioco ma non abile nel portarsi in vantaggio, grazie anche, e soprattutto, al superlativo Falcone, migliore in campo.


 

Reggina: Guarna; Loiacono; Cionek; Del Prato; Rolando; Bianchi; Crisetig; Liotti; Bellomo; Menez; Denis.

Panchina: Farroni; Di Chiara; Gasparetto; Stavropoulos; Rossi; Folorunsho; De Rose; Mastour; Faty; Vasic; Lafferty; Situm.

Allenatore: Mimmo Toscano

Cosenza: Falcone; Tiritiello; Idda; ingrosso; Bittante; Bruccini; Petrucci; Baez; Sacko; Carretta; Gliozzi.

Panchina: Saracco; Legittimo; Schiavi; Bouah; Corsi; Ba; Sciaudone; Borrelli; Sueva; Kone; Bahalouli; Petre.

Allenatore: Roberto Occhiuzzi

Arbitro: Sig. Riccardo Ros di Pordenone

Assistenti: Sig. Oreste Muto di Torre Annunziata e Sig. Domenico Palermo di Bari

IV Uomo: Sig.  Francesco Forneau di Roma 1

Marcatori: ///

Sostituzioni: Legittimo per Sacko (COS); Kone per Petrucci (COS); Corsi per Gliozzi (COS); Mastour per Bellomo (RGI); Folorunsho per Bianchi (REG); Situm per Rolando (RGI); Lafferty per Del Prato (RGI); Di Chiara per Liotti (RGI); Sueva per Carretta (COS); Ba per Baez (COS);

Ammonizioni: Idda (COS); Tiritiello (COS); Liotti (RGI); Baez (COS); Menez (RGI); Crisetig (RGI); Ba (COS); Folorunsho (RGI);

Espulsioni: Tiritiello (COS);

Recupero: 2’ p.t. ; 4’ s.t.