Home Attualità Sanità, fuorionda Belcastro su Cotticelli: “Del...

Sanità, fuorionda Belcastro su Cotticelli: “Del Covid non voleva saperne”

Si torna parlare di Saverio Cotticelli, e del fatto che non ha mai preso decisioni che riguardassero l’emergenza Covid 19.

Se ne parla alla trasmissione di La7, Piazza Pulita, in tema di terapie intensive in Calabria, con delle dichiarazioni fuori onda di Antonio Belastro, delegato per emergenza covid in Calabria,  che dopo aver risposto alle domande su Villa Bianca, sottolineando che si sta lavorando in supplenza alla struttura commissariale che non è stata attivata ed è dimezzata, si lascia andare a delle rivelazioni scottanti e gravissime sulla figura dell’ex commissario straordinario.

“Cotticelli quando si parlava di Covid non voleva saperne. Ho sempre firmato tutto io. E’ stato pure un bravissimo generale dei carabinieri ma di questa materia non ne capiva un ca…. Non se è mai voluto fregare – incalza Belcastro – Quando si trattava di andare a parlare gli spiegavo prima l’argomento”.

Praticamente il ghost writer di Cotticelli: “Generale gli dicevo  se vuoi parlo prima io. Poi interveniva lui parlando solo di legalità. Sono qui per la legalità, diceva. La sua – conclude Belcastro – è stata una solo una parvenza per dire che in Calabria c’era un generale dei carabinieri perché qui è tutto marcio. Dal ministero sapevano tutto e ci chiedevano di non fargli perdere tempo con Cotticelli. Massimo per fine mese io lascio se non succede qualcosa”.