Home Sport Calcio Cosenza - Salernitana, i granata si...

Cosenza – Salernitana, i granata si impongono al “Marulla”

Cosenza – Salernitana

Novanta minuti a disposizione del Cosenza per allontanare il fondo della classifica e mettere fine ad un record negativo che dura da venti anni. I calabresi, infatti, non. Battono i campani in casa dalla stagione 200/2001 quando a decidere la partita fu Zampagna. La Salernitana, che viaggia a ritmi altissimi, fa affidamento su i due ex rossoblù (Tutino e Casasola) per trovare. La vittoria e riconquistare la vetta della classifica.

Partita frenetica nel primo quarto d’ora di gioco con le formazioni che accelerano bene sfruttando le fasce, da dove arrivano le occasioni migliori sia per i calabresi che per i campani. Ci prova il Cosenza, in avvio di gara, con due tentativi di testa che non trovano fortuna; risponde la Salernitana, sugli sviluppi di un calcio piazzato, con Tutino che riceve solo in mezzo all’area rossoblù ma svirgola nel momento più importante. Manovre veloci e scambi in profondità con la partita che si accende improvvisamente; Falcone nega la gioia agli ospiti in due occasioni e, sul ribaltamento di fronte, Carretta scappa sulla destra servendo alla perfezione Baez che prova in acrobazia la conclusione che si spegne alta sopra la traversa.

Primo tempo molto divertente, entrambe le squadre manovrano a ritmi altissimi sfidandosi a viso aperto e dando spettacolo con un susseguirsi continuo di ribaltamenti di fronte in chiusura di primo tempo. Reti inviolate in questa prima frazione di gioco che regala emozioni fino all’ultimo secondo con Falcone – protagonista assoluto dei rossoblù – che sbarra, ancora una volta, la strada ad Anderson.

Apre meglio il secondo tempo la formazione di Castori che trova la rete del vantaggio, al quarto tentativo, con la firma di Tutino, abile a superare in velocità Idda e Falcone per poi spingere la palla in rete. Cosenza in dieci per una doppia ammonizione surreale nei confronti di Ba che riceve prima il giallo per cambio irregolare e, poi, per trattenuta. Ci crede comunque il Cosenza che prova a ristabilire la parità con Sacko che spacca in due la formazione campana e serve Bahlouli che si divora il pari.

Tanta confusione della squadra arbitrale nella seconda frazione di gioco, poca attenzione sui cambi e recupero scarno visto le continue interruzioni di gioco. I rossoblù, comunque, non demordono e ci provano fino in fondo, ma è la Salernitana a conquistare tre punti fondamentali che lanciano i campani in cima alla classifica di Serie B.


Cosenza: Falcone; Tiritiello; Idda; Bahlouli; Baez; Sciaudone; Legittimo; Carretta; Vera; Bruccini; Bittante

Panchina: Matosevic; Corsi; Petre; Sacko; Bouah; Schiavi; Ba; Gliozzi; Kone; Ficara; Sueva; Petrucci

Allenatore: Roberto Occhiuzzi

Salernitana: Belec; Mantovani; Djuric; Di Tacchio; Casasola; Anderson; Kupisz; Gyomber; Bogdan; Tutino; Dziczek

Panchina: Adamonis; Gondo; Schiavone; Cicerelli; Iannone; Barone; Capezzi; Baraye; Giannetti

Allenatore Fabrizio Castori

Arbitro: Sig.Federico Dionisi di L’Aquila

Assistenti: Sig. Giuseppe Macaddino di Pesaro e Sig. Gambali Mokhtar di Lecco

IV Uomo: Sig. Daniele Patrna di Teramo

Marcatori: Tutino (SAL);

Sostituzioni: Schiavone per Dziczek (SAL); Corsi per Vera (COS); Capezzi per Anderson (SAL); Sacko per Bruccini (COS); Ba per Carretta (COS); Petre per Bittante (COS); Kone per Bahlouli (COS), Cicerelli per Djuric (SAL); Gondo per Tutino (SAL);

Ammoniti: Dziczek (SAL); Bruccini (COS); Di Tacchio (SAL); Idda (COS); Anderson (SAL); Gyomber (SAL); Bogdan (SAL);  Ba (COS); Petre (COS);

Espulsi: Ba (COS);

Recupero: 0’ p.t. ; 4’ s.t.