Home Sport Calcio Cosenza - Empoli, continua la maledizione...

Cosenza – Empoli, continua la maledizione del “S.Vito/Marulla”

Cosenza – Empoli

Con l’inizio della finestra di mercato invernale, quella di oggi sarà per il Cosenza una partita determinante per capire, anche se le idee sembrano già chiare a Via degli Stadi, cosa andare a limare per il proseguo del campionato. Quella contro l’Empoli è una sfida delicata per i Lupi ancora in cerca della prima vittoria stagionale nelle mura amiche.

Buon Empoli in avvio di gara che si rende pericoloso nei primi cinque minuti, prima di calare d’intensità favorendo il possesso palla prolungato per creare spazi giusti nella linea difensiva rossoblù. Si gioca solo nella metà campo dei padroni di casa, nei primi venti minuti, il Cosenza prova a farsi vedere con ripartenze sporadiche e poco pericolose. Aumenta progressivamente l’intensità del Cosenza che conquista il centro del campo sfruttando la velocità delle corsie e il lavoro di sacrificio del pacchetto più avanzato che accorcia molto per creare superiorità numerica. Arriva il doppio squillo del Cosenza con Sacko che colpisce la traversa (sugli sviluppi di un corner) e sfiora la porta dopo il bel fraseggio con Gliozzi.  Ancora un occasione per i calabresi, Kone protegge bene palla e inventa per Bouah che arriva lungo sul pallone non riuscendo ad indirizzare verso la porta. Finale di primo tempo frizzante con l’Empoli che si riversa in avanti e trova il Vantaggio su calcio di rigore (trasformato da Olivieri), dopo esserci andato vicino, pochi minuti prima, con Matos. Primo tempo che termina con il vantaggio degli ospiti, beffa per il Cosenza che, dopo una lenta partenza, sembrava aver trovato il giusto ritmo rendendosi pericoloso in più occasioni nell’arco dei primi 45’ di gioco.

Si ridisegna tatticamente il Cosenza, passando a quattro in difesa, nella seconda frazione di gara, l’Empoli continua ad aggredire bene ma resiste l’equilibrio in campo spezzato solo dal calcio di rigore che ha consentito agli ospiti di inserire la freccia e portarsi in vantaggio. Si accende la gara con le entrambe le quadre lunghe, ora, offrendo tanti spazi per le manovre offensive. Le accelerazioni improvvise dei rossoblù spaventano i ragazzi di Dionisi che si salvano, ancora una volta, grazie alla traversa (seconda dei padroni di casa). Cosenza che sembra stregato in casa dove niente gira per il verso giusto. Ci provano ancora i padroni di casa con lunghe verticalizzazioni neutralizzate da Brignoli, che si muove da difensore aggiunto anticipando sempre gli attaccanti rossoblù. È l’Empoli, nel finale, a spezzare nuovamente il risultato con il raddoppio di Mancuso, appena entrato, che chiude il match sullo 0-2.

Risultato pesante per i calabresi che dovrà sperare nel passo falso delle dirette inseguitrici per non sprofondare in zona retrocessione.


Cosenza: Falcone; Tiritiello, Idda, Legittimo; Versa, Kone, Petrucci, Bouah; Bahlouli, Sacko, Gliozzi

Panchina: Matosevic; Saracco; Ingrosso; Bruccini; Sciaudone; Ba; Sueva; Petre; Carretta; Borrelli

Allenatore: Roberto Occhiuzzi

Empoli: Brignoli; Fiamozzi, Romagnoli, Casale, Parisi; Haas, Stulac, Ricci; Bajrami, Matosevic, Olivieri

Panchina: Furlan; Pirelli; Nikolaou; Terzic; Viti; Zappella; Darmiani; Zurkowski; Cambiaso; Mancuso; Moreo; La Mantia

Allenatore: Alessio Dionisi

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Assistenti: Sig. Michele Lombardi di Brescia e Sig. Pietro Dei Giudici di Latina

IV Uomo: Sig. Ivan Robilotta di Sala Consilina

Marcatori: Olivieri (EMP);

Sostituzioni: Sueva per Bahlouli (COS); Carretta per Bouah (COS); La Mantia per Olivieri (EMP); Sciaudone per Petrucci (COS); Moreo per Matos (EMP); Damiani per Stulac (EMP); Ba per Kone (COS); Petre per Gliozzi (COS); Mancuso per Bajrami (EMP); Zurkowski per Ricci (EMP);

Ammoniti: Haas (EMP); Tiritiello (COS); Vera (COS); Romagnoli (EMP); Sciaudone (COS);

Espulsi: ///

Recupero: 1’ p.t. ; 4’ s.t.