Home Cronaca Trattato come malato Covid, muore di...

Trattato come malato Covid, muore di setticemia. Medici indagati

Oramai, nell’immaginario collettivo, è come se solo il coronavirus avesse il potere di uccidere, ma purtroppo non è così.  Le innumerevoli patologie capaci di distruggere la vita umana non sono sparite, anzi adesso sono ancor più subdole, riuscendosi a nascondere dietro il maledetto Covid-19. Perché in tempi di Covid e di emergenza sanitaria, ahinoi, le altre malattie non sono andate in vacanza. E il rischio è che trascurando tutto il resto la gente si ammala o peggiora senza la giusta assistenza.

E’ quanto successo ad un 51enne calabrese ricoverato dapprima nell’ospedale di Polistena e trattato come un sospetto caso di Covid, per poi esser trasferito nel nosocomio di Reggio Calabria. Intanto le ore passavano da un presidio ad un altro (sempre trattato come paziente positivo al Covid) e dopo ore di sosta ai due pronto soccorso l’uomo è morto per uno choc da stato settico, come ha riferito il fratello della vittima nella denuncia presentata alla polizia.

La Procura della Repubblica di Palmi ha disposto l’esumazione del corpo del 51enne disponendo anche l’autopsia – effettuata ieri – e notificando un avviso di garanzia a sei medici, 3 dell’ospedale di Polistena e 3 di quello di Reggio Calabria, con l’ipotesi di omicidio colposo. Provvedimento necessario per consentire loro di nominare propri consulenti.