Home Attualità Vaccini anti-Covid, per fine marzo in...

Vaccini anti-Covid, per fine marzo in arrivo 13 milioni di dosi

Per la fine di marzo l’Italia dovrebbe ricevere quasi 13 milioni di dosi di vaccino”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, a ‘Mezz’ora in piu”, su Rai3. “A oggi abbiamo avuto 4.700.000 dosi, il che ci indica che ne abbiamo usate circa i tre quarti, e altri 7.700.000 sono attese nel mese di marzo”.

Sui ritardi nell’arrivo dei vaccini il presidente del Css ha sottolineato che “non è un problema che riguarda solo l’Italia, ma tutta l’Europa“, ma “noi dobbiamo farci trovare pronti con la macchina organizzativa e distributiva”. “La strategia europeista di procurement dei vaccini – ha aggiunto – si basava sul fatto che i paesi europei avrebbero avuto più forza negoziale”.

“La limitante di questa fase –  ha spiegato Locatelli – è stata il numero di dosi che sono state rese disponibili. A oggi ne abbiamo avute 4.700.000, il che ci indica che abbiamo usato circa i tre quarti delle dosi, e altri 7.700.000 sono attese nel mese di marzo. Tra febbraio e marzo AstraZeneca dovrebbe fornirci altre 2.500.000 dosi, ma questo non è un problema che riguarda solo l’Italia – insiste – ma semmai tutta l’Europa”.

Italia più svantaggiata in Europa? “Nel rapporto tra numero di dosi somministrate e persone vaccinate come prima dose siamo il secondo paese in Europa dopo la Germania – ha risposto Locatelli – e se si considera la seconda dose siamo addirittura il primo Paese in Europa”.