Sab 17 Apr 2021
Advertising
Home Attualità Economia Stangata per le famiglie, benzina sempre...

Stangata per le famiglie, benzina sempre più cara: intervenga Draghi

La notizia in primo piano di Virgilio.it sicuramente non è confortante per noi italiani. Si prospetta, infatti, un rincaro della benzina e di tutto ciò che ne consegue. A denunciare il fatto l’associazione dei consumatori specializzata in trasporti, Assoutenti: l’andamento dei pezzi della benzina e del diesel al rialzo è preoccupante, potremmo raggiungere dei prezzi davvero insostenibili per le tasche dei cittadini italiani.

Questo il motivo per cui il presidente Truzzi muove la richiesta di intervento al Governo Draghi, chiedendo di trovare una soluzione con urgenza e di risolvere il problema del prezzo dei carburanti, soprattutto per quanto riguarda la parte relativa alle tasse e alle accise. Il report sull’andamento dei costi di benzina e diesel sottolinea un aumento non indifferente per entrambe le tipologie di carburante.

Emerge, sempre dallo stesso report, che questi prezzi in crescita si traducono in un costo di 7,85 euro in più per il pieno di benzina di un’auto di media cilindrata e di 7 euro per il pieno di diesel (stessa vettura). Facendo il calcolo, questo si traduce in una spesa di circa 190 euro all’anno in più per ogni famiglia italiana, parlando solo di costi diretti.

C’è da dire però che l’aumento del prezzo dei carburanti provoca anche dei rialzi indiretti, pensiamo ad esempio al prezzo di tutti i prodotti che vengono trasportati su gomma. Chi subisce tutto il ‘ciclo’ di rincari? Ovviamente il consumatore finale che, senza rendersene direttamente conto, non solo paga di più la benzina, ma anche tutti i prodotti al rialzo a causa dell’aumento del prezzo del carburante.

Su questi prezzi, come sottolinea il presidente dell’associazione Furio Truzzi, pesano molto le tasse e le accise che si sono aggiunte nel corso degli anni, ormai lo sappiamo.

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi, dopo le ultime rilevazioni che mostrano i rincari del prezzo del carburante, che pesano molto sulle spese annuali delle famiglie italiane, dichiara: “Il rischio è che il rialzo dei prezzi di benzina e gasolio produca aumenti anche per i generi alimentari visto che viaggiano su gomma, avendo inoltre impatto negativo sul comparto energetico con ovvi aggravi di spesa per i consumatori”.

Ecco perché Furio Truzzi ha chiesto un intervento rapido al Governo Draghi, è necessario porre fine al paradosso per cui in Italia il caro-benzina è fra i più alti d’Europa nonostante il prezzo dei carburanti, al netto di tasse e accise, sia praticamente tra i più bassi. Questa situazione deve essere risolta.