Sab 17 Apr 2021
Advertising
Home Sanità Ospedali in tilt, i sindaci chiedono...

Ospedali in tilt, i sindaci chiedono il ripristino ospedale militare a Cosenza

La campagna vaccinale in Calabria va a rilento e la Regione è ultima nella classifica per dosi inoculate: il 66% delle 461.590 di cui dispone ed intanto i contagi sono sempre più. Tantissimi i nuovi positivi al Covid-19 e gli ospedali, come un anno fa ed anche di più, sono in affanno. Saturi tutti i posti letto disponibili, specie nella provincia più colpita dalla terza ondata della Pandemia: Cosenza. Ed è per questa ragione che quattro sindaci del cosentino hanno deciso di scrivere al presidente ff Spirli’, al commissario Longo e al Dipartimento Protezione civile della Regione Calabria per chiedere il ripristino urgente dell’Ospedale da campo di Vaglio Lise convertito come centro Vaccinale.

“La situazione di straordinaria drammaticità venutasi a determinare – scrivono i primi cittadini di Cosenza, Rende, Montalto Uffugo e Castrolibero– richiede interventi altrettanto straordinari, per cui si sollecita il ripristino della struttura campale per l’originario scopo per cui era stata allestita, con posti letto e personale medico e sanitario adeguato, convinti che l’integrale riattivazione della struttura possa veramente contribuire ad alleviare la gravissima situazione venutasi a creare. Nel contempo,- concludono poi – siamo certi che, insieme all’Azienda Sanitaria Provinciale, non sarà difficile trovare altri punti vaccinali idonei e che, quindi, la riconversione dell’Ospedale da Campo non influenzerà in alcun modo la prosecuzione della campagna di immunizzazione della popolazione”.