Gio 13 Mag 2021
Advertising
Home Costume & Società Solidarietà L'associazione "Insieme per crescere": l'amore che...

L’associazione “Insieme per crescere”: l’amore che rompe le barriere

di Giovanna Mazzuca

Oggi voglio farvi scoprire l’associazione Insieme per crescere, operante dal 2015 nel territorio della presila cosentina.

Per conoscerne meglio la missione, le opere e le iniziative, dialogheremo con la Presidente dr.ssa Nunzia Mele.

Dr.ssa Mele quando e perché nasce l’associazione Insieme per crescere?

“Insieme per crescere” nasce da un bisogno di essere “prossimità”, da una disposizione verso il prossimo, sentendo proprie le problematiche che affliggono gli altri. 

L’associazione vede la luce il 26 Maggio 2015 a Pedace, uno dei comuni che ha favorito la fusione nell’odierno Casali del Manco, dall’idea di nove socie fondatrici che hanno deciso di canalizzare le energie e diffondere, come comun denominatore l’amore verso il prossimo. 

“Insieme per crescere” è tutta al femminile, è una onlus no profit che si pone come obiettivo principale quello di sostenere i bambini e le famiglie, ma interviene anche nel sostentamento dell’invecchiamento attivo della popolazione. 

Per quale motivo Insieme per crescere ha deciso di sostenere i bambini?

I bambini, ma ancor prima i neonati, sono la nostra ipoteca sul futuro, pertanto stare accanto ai bambini fin dalla tenera età vuol dire costruire e gettare le fondamenta per creare una società nuova e libera.

Guardare negli occhi dei bambini è come specchiarsi in un lago nel quale si riflette la natura. 

Bisogna investire sul bambino, ma ancor prima bisogna investire sulle madri e sui neogenitori, camminando insieme a loro verso la nascita di una nuova vita.

Quali sono gli ambiti socio culturali e assistenziali nei quali opera l’associazione?

La missione di Insieme per crescere è “rompere le barriere con l’amore”. 

Barriere intese in molte accezioni, in un mondo sempre più digitalizzato manca la comunicazione, manca il contatto visivo e fisico, manca l’empatia. 

Rompendo la barriera della non comunicazione i nostri sensi anestetizzati, il nostro amore verso il prossimo si ridesta, perciò l’associazione si prefigge il compito di risvegliare l’amore universale che esiste in ognuno di noi. 

Bisogna rimboccarsi le maniche e donare poiché, solo donando si riceve e si migliora l’ambiente nel quale viviamo e nel quale vogliamo crescere gli umani del futuro.

Le nostre socie offrono, in maniera totalmente gratuita, percorsi di accompagnamento alla nascita, laboratori di pittura e scultura, di lettura e di scienza, sostegno all’infanzia, formazione e incontri su variegati settori. 

Dr.ssa Mele, parliamo di progetti.

Amo definire la nostra associazione come una società poliedrica e caleidoscopica composta, metaforicamente, da chiavi per aprire le serrature della nostra comunità.”

Essendo le nostre socie ed in nostri associati professionisti in moltissimi settori lavorativi e artistici, i progetti e le iniziative che negli anni abbiamo, felicemente, portato avanti sono molteplici. 

Sicuramente, l’iniziativa più recente è quella del percorso teatrale aperto ai bambini dai 3 agli 11 anni; le rappresentazioni teatrali per carnevale prima e le festività pasquali poi, hanno visto la partecipazione di ben quaranta piccoli, entusiasti e sorridenti piccoli attori. 

Inoltre, prima delle restrizioni per l’epidemia di Covid 19, abbiamo organizzato per i bambini dell’associazione, visite guidate ai musei ed al planetario.

Nel mese di Marzo abbiamo organizzato il laboratorio “La scienza magica – “Junior Science”, durante il quale i bambini hanno riscoperto la curiosità di assistere a veri esperimenti scientifici. 

Nelle festività natalizie abbiamo chiesto ai bambini profughi del centro SPRAR di scrivere le letterine per Babbo Natale e così facendo, la mattina di Natale, come tradizione vuole, hanno gioiosamente scartato i regali trovati sotto l’albero. 

Durante l’anno, proprio per sostenere le famiglie, l’associazione acquista e dona beni di prima necessità, libri e altro materiale scolastico; inoltre promuove fra i membri raccolte di denaro per aiutare i nuclei familiari più bisognosi o che hanno bisogno di recarsi fuori regione per motivi di salute. 

In ultimo, la nostra associazione il 28 giugno 2018 ha donato alla comunità di Casali del Manco, un defibrillatore semiautomatico da esterno, di ultima generazione; cosi facendo ha preso vita il progetto “Casali del Manco cardioprotetta”.

In ultimo cara dr.ssa, cosa possiamo fare noi per sostenere l’associazione?

L’associazione “Insieme per crescere” provvede al suo sostentamento economico attraverso l’autotassazione delle socie e dei membri, tuttavia per caldeggiare e agevolare le tante iniziative si può devolvere il 5 per mille, nonché effettuare libere donazioni.

Tutte le informazioni, le curiosità ed i contatti dell’associazione Insieme per crescere le trovate online sulle pagine Facebook ed Instagram “Insieme per crescere” e sul sito www.insiemepercrescere.online.

Spesso un piccolo dono produce grandi effetti”.