Gio 17 Giu 2021
Advertising
Home Costume & Società Il Tesoro di Paludi: il borgo...

Il Tesoro di Paludi: il borgo medioevale e le sue chiese

Il Gruppo FAI Rossano riprende a pieno regime la sua attività di promozione e valorizzazione del patrimonio storico, architettonico e paesaggistico del Nostro territorio.

In occasione delle prossime Giornate FAI di Primavera 2021 – che si svolgeranno in tutta Italia -, sarà possibile infatti effettuare una visita guidata tra i “tesori” di Paludi e riscoprire così uno tra i più bei borghi dell’Alto Ionio calabrese, risalente al basso medioevo ed ubicato nella Sila Greca orientale, dalle cui alture, durante l’itinerario guidato, attraverso i suoi vicoli, sarà possibile per i visitatori immergersi in suggestivi scorci panoramici della nostra macchia mediterranea.

Ad accogliervi e guidarvi in questo itinerario ricco di memoria storica, di tradizione sacra e di natura, oltre ai volontari del Gruppo FAI, saranno gli alunni della IV B liceo classico, IV B liceo artistico e V A liceo classico San Nilo – polo liceale A.U. Rossano -, coordinati dalla prof.ssa Stefania Rossi ed al cui Dirigente, dr. Antonio Franco Pistoia, rivolgiamo, come Gruppo, il nostro ringraziamento per la sua consueta sensibilità al tema della promozione culturale e didattica.

L’itinerario prevede due aperture.

La prima apertura è rivolta a tutti i visitatori e comprende quattro delle chiese più rappresentative della storia sacra di Paludi, ciascuna delle quali conserva degli unicum artistici e architettonici da riscoprire insieme e sono, nell’ordine di visita: Chiesa Matrice di San Clemente, Chiesa dell’Immacolata, Chiesa della Madonna del Carmine e Chiesa della Madonna del Soccorso.

Una speciale apertura sarà poi riservata agli iscritti FAI (ed a chi si iscriverà quel giorno) che avranno la possibilità di visitare l’antica Chiesa di Sant’Antonio (già Santa Maria di Nazareth) generalmente chiusa al pubblico, che si affaccia sul mar Ionio da un promontorio di particolare bellezza e che conserva ancora, tra altri tesori, dei preziosi affreschi del pittore locale Onofrio Ferro.

Si ringrazia infine l’Amministrazione comunale ed il suo Sindaco Stefano Graziano, per la sempre gentile disponibilità e per il costante impegno mostrato nel voler valorizzare la città di Paludi.

N.B. La Giornata FAI di Primavera a Paludi – che avrebbe dovuto svolgersi nello scorso mese di marzo 2020 ma che poi per le note contingenze Covid-19 non ha potuto aver luogo – sarà anche questa volta dedicata al compianto amico e filologo per passione, Palmino Maierù che, grazie al suo lascito storiografico, rappresenta un monito per tutti noi ed in particolare per le nuove generazioni, affinché siano nutrite dalla stessa sensibilità e dallo stesso amore per le Nostre radici.

Nel doveroso rispetto dei protocolli e regolamenti anti Covid-19, la presenza nel borgo di Paludi dovrà essere preceduta dalla prenotazione al seguente link, dove sono evidenziati i turni e gli orari delle visite guidate, ed al quale per tutto il resto si rimanda

LINK https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-di- primavera/i-luoghi-aperti/?search=paludi

P.S. In sede di prenotazione, sarà richiesto un piccolo contributo dai 3€ a persona. Una piccola donazione che permetterà al FAI, insieme a tutti noi, di continuare nella sua missione di riscoperta e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, paesaggistico e culturale del Nostra Italia – come era nelle intenzioni della sua fondatrice Giulia Maria Crespi, da poco scomparsa.

Nell’occasione sarà possibile iscriversi al FAI per la prima volta con quota scontata di 29€ e rinnovare le tessere scadute. Inoltre, il FAI regalerà le nuove iscrizioni ordinarie a medici, infermieri e personale sanitario maggiormente coinvolto nell’emergenza Covid-19.