Dom 20 Giu 2021
Advertising
Home Economia Economia e Lavoro Tirocinanti calabresi, Graziano Di Natale vuole...

Tirocinanti calabresi, Graziano Di Natale vuole lasciare l’80 % sulla strada

Giunge, alla nostra redazione, l’ennesimo grido di aiuto da parte dei circa 7.000 tirocinanti calabresi lasciati alla deriva da tempo immemorabile. Oggi – scrivono – un’altra tegola si abbatte sulla loro testa.

Il dramma dei circa 7.000 tirocinanti calabresi sembra tingersi di un risvolto alquanto losco e drammatico. Il protagonista in negativo questa volta è il Consigliere Regionale calabrese Graziano Di Natale che ha varato a sua firma un provvedimento amministrativo volto a escludere circa 80% dei tirocinanti calabresi da ogni discorso in ottica di prospettive di lavoro futura. Il provvedimento presenta pertanto come un “repellente e losco” modo per liquidare parte dei 7.000 tirocinanti calabresi, madri e padri di famiglia appartenenti sia al bacino dei lavoratori della ex mobilità in deroga e sia al bacino dei disoccupati che tirocinano presso lo stesso ente e che durante questi anni di pandemia hanno già visto interrompersi il proprio servizio e che non hanno maturato i requisiti richiesti dallo stesso Graziano Di Natale. Pertanto il dissenso da parte del suddetto provvedimento è unanime da parte dei circa 7.000 tirocinanti calabresi da ritenersi (per le motivazioni appena menzionate) addirittura incostituzionale oltre che discriminatorio verso i stessi tirocinanti calabresi. Seguiranno aggiornamenti.