Sab 24 Lug 2021
Advertising
Home Attualità Scuola: in classe a settembre con...

Scuola: in classe a settembre con mascherine e distanziamento. Vaccino non obbligatorio

Sembrava quasi ne fossimo usciti dalla maledetta Pandemia, invece ora si ricomincia a parlare di pericolo post estivo. Le varianti sono molteplici e nelle ultime ore destano forti preoccupazioni quelle Delta ed Epsilon. E così in vista del prossimo anno scolastico, che comincerà a settembre, il Comitato tecnico scientifico fa sapere che si tornerà in aula con la mascherina e rispettando il distanziamento;

Vista l’incertezza dello scenario epidemiologico, il CTS ha individuato e programmato con il ministero dell’Istruzione già adesso le misure di massima da applicare per gli istituti a seconda che si trovino in zona bianca, gialla, arancione o rossa.

Gli esperti hanno sottolineato che in linea generale “le misure da applicare per l’inizio dell’anno scolastico 2021-2022 dovrebbero essere le stesse previste all’inizio del precedente anno scolastico”. Il Cts ricorda infatti che molto probabilmente le vaccinazioni porteranno ad una riduzione della diffusione del virus e che l’immunizzazione del personale scolastico (che ad oggi è al 73% del totale, ndr) ridurrà ulteriormente i contagi nelle scuole. Ma nonostante questo al momento non è possibile, dicono gli esperti, prevedere quanti minori saranno stati vaccinati a settembre. Nel parere, infine, il Cts ritiene “non plausibile” l’utilizzo del green pass in ambito scolastico: per questioni di privacy e perché non esiste l’obbligo vaccinale.

Su questo argomento è intervenuto anche il commissario per l’Emergenza, Francesco Paolo FigliuoloI presidi dovranno rendere sicura la permanenza a scuola dei bambini e dei ragazzi che sceglieranno di non vaccinarsi. Il vaccino è uno dei pilastri della lotta al virus, ma per me nessuno mai deve essere discriminato: finche ci sono le leggi che permettono la non obbligatorietà, chi organizza l’attività scolastica deve mettere in campo tutto quello che è possibile”.