Lun 26 Lug 2021
Advertising
Home Costume & Società Cosenza, riconoscimento al giovane pilota di...

Cosenza, riconoscimento al giovane pilota di karting Ermanno Quintieri

L’Amministrazione comunale consegnerà domani, venerdì 9 luglio, nel corso di una breve cerimonia in programma nella sala capitolare del Chiostro di San Domenico, alle ore 11,00, un riconoscimento al pilota cosentino di karting Ermanno Quintieri, distintosi, nonostante la sua giovanissima età (appena tredici anni), in molte competizioni nazionali e regionali.

Nato a Cosenza, nel 2008, Ermanno Quintieri ha iniziato la sua attività nel karting a 10 anni, dapprima a livello amatoriale. Appena compiuti i 12 anni, ha proseguito la sua corsa nella categoria X30 Junior, gareggiando nel campionato regionale calabrese e piazzandosi secondo in una sola gara. Attualmente occupa il primo posto nella classifica del campionato regionale pugliese ed ha buone prospettive per assicurarsi il successo finale, mancando una sola gara al termine. Ermanno Quintieri è entrato nel novero del campionato nazionale, sempre nella categoria X 30 junior, ottenendo a Lecce il terzo piazzamento assoluto e dove ha fatto registrare il miglior tempo come a Franciacorta, nel torneo Iame. Attualmente è tra i Top 10 del campionato italiano X30 junior, mentre nella categoria OK Junior è primo degli italiani nel campionato ormai concluso, con prova unica a Sarno. Alla cerimonia di domani interverranno il Sindaco Mario Occhiuto e l’Assessore Michelangelo Spataro. “Saremo ben lieti, come Amministrazione comunale – sottolinea l’Assessore Spataro – di consegnare un meritato riconoscimento al giovanissimo Ermanno Quintieri. Il suo estro sportivo – ha commentato Spataro – lo ha imposto come pilota di valore in diverse occasioni, sia nelle competizioni regionali che in quelle nazionali. Conoscendo la grinta con la quale affronta le gare, riteniamo che nessun traguardo gli sia precluso. Ermanno potrà, infatti, con le sue imprese sportive, continuare a tenere alto il buon nome di Cosenza e della Calabria”