Lun 26 Lug 2021
Advertising
Home Economia Economia e Lavoro Sui media nazionali la Calabria "sana",...

Sui media nazionali la Calabria “sana”, a Quarta Repubblica l’Amarelli

L’ultrasecolare esperienza familiare ed imprenditoriale Amarelli continua ad esportare l’immagine della Calabria inedita sui media nazionali ed internazionali. Donne ed impresa, a 10 anni dalla legge sulle quote rosa l’esempio dell’azienda calabrese è stato precursore sia dai primi del ‘900 di un diverso modo di intendere la parità di genere. Era una donna, Giuseppina Amarelli, colei che lanciò sul mercato l’idea della scatolina di metallo, oggi icona del brand conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.

 

È quanto è emerso nell’intervista al Cavaliere del Lavoro e Presidente del Museo della Liquirizia, Pina Amarelli, protagonista nei giorni scorsi del Faccia a Faccia di Quarta Repubblica, il talk show condotto da Nicola Porro dedicato all’attualità politica ed economica, in onda su Retequattro in prima serata.

Dal leader di Italia Viva Matteo Renzi al coordinatore di Forza Italia e vice-presidente del Partito Popolare Europeo Antonio Tajani, dai giornalisti Alessandro Sallusti e Daniele Capezzone a suor Anna Monia Alfieri, con i commenti di Vittorio Sgarbi e Gene Gnocchi. Sono, questi, alcune delle personalità intervenute nel corso della puntata che ha attivato la lente d’ingrandimento sull’esperienza ultrasecolare di Corigliano – Rossano e sulla figura e sul ruolo di Pina Amarelli, la regina della Liquirizia.

La Calabria – ha sottolineato Pina Amarelli – può contare oggi su un’imprenditoria sana. Cresce sempre di più la consapevolezza che attraverso il lavoro si toglie manodopera ad altre economie parallele. Il valore aggiunto sta nella storia e nel passato, porta di accesso per il futuro.

Qualità e proprietà della liquirizia. Tradizione ed innovazione. Sono state, anche queste, le coordinate dell’intervista a Pina Amarelli che si appresta a presentare il suo libro che racconta gli oltre 1000 anni di storia fra Calabria e resto del mondo.

Il Faccia a Faccia ha riguardato anche l’utilizzo e consumo della liquirizia, per l’Enciclopedia Britannica, la più buona al mondo, di consumatori illustri. Apprezzata da sempre per le sue qualità quasi medicamentose, Napoleone la usava per calmare il mal di stomaco prima delle battaglie e Casanova come integratore per le sue battaglie amorose. A queste tracce se ne aggiungono altre più contemporanee: una serie di ricerche delle Università di Napoli e Padova dimostrano che la liquirizia potrebbe aiutare a bloccare l’accesso alla proteina spike del covid.