Mar 27 Lug 2021
Advertising
Home Attualità Casi Covid, i numeri dell'ultima settimana

Casi Covid, i numeri dell’ultima settimana

Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Italia a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 19 luglio 2021 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 20 luglio 2021 ore 06:08 (dati vaccini).

Il monitoraggio rileva, nella settimana 13-19 luglio 2021, un numero di casi superiore al doppio rispetto alla settimana precedente con un incremento del 107,2%.

Aumentano gli attualmente positivi da 40.426 a 47.525 (+17,6%). Dal picco del 28 marzo si è passati da 573.235 a 47.525 (-91,7%). 

Il 97,2% dei casi attivi è in isolamento domiciliare, il 2,5% ricoverato con sintomi, lo 0,3% in terapia intensiva.

Sale il numero degli ospedalizzati da 1.307 a 1.350 (+3,3%). Dal picco del 6 aprile si è passati da 33.080 a 1.350 (-95,9%), in dettaglio i posti letto occupati in area medica sono scesi da 29.337 a 1.188 (-96%) e quelli in terapia intensiva da 3.743 a 162 (-95,7%). L’88% degli ospedalizzati è ricoverato in area non critica, il 12% in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare, dal picco del 28 marzo, sono calate da 540.855 a 46.175 (-91,5%).   

Da 14 settimane consecutive sono in calo anche i decessi. Nell’ultima settimana si attestano a 86 (-20,4%), in media 12 al giorno.

In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni:

  • nuovi casi settimanali: da 8.380 a 17.360 (+107,2%);
  • casi attualmente positivi: da 40.426 a 47.525 (+17,6%);
  • ospedalizzati: da 1.307 a 1.350 (+3,3%);
  • persone in isolamento domiciliare: da 39.119 a 46.175 (+18%);
  • decessi: da 108 a 86 (-20,4%);
  • ricoveri in terapia intensiva: da 158 a 162 (+2,5%);
  • pazienti ricoverati con sintomi: da 1.149 a 1.188 (+3,4%).

 

Incidenza settimanale per 100.000 abitanti e occupazione posti letto COVID

L’incidenza settimanale per 100.000 abitanti sale da 14 a 29 e per l’8ᵃ settimana consecutiva rimane sotto il limite di 50.

I posti letto occupati in area medica sono il 2,1% (1.188 su 55.671), in terapia intensiva l’1,9% (162 su 8.414).

Regione Incidenza settimanale per 100.000 abitanti Posti letto in area medica occupati da pazienti COVID-19 Posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti COVID-19
Abruzzo 20 1,7% 0,5%
Basilicata 9 4,5% 0%
Calabria 19 6,1% 3,3%
Campania 25 4,7% 1,8%
Emilia-Romagna 28 2,2% 1,8%
Friuli Venezia Giulia 13 0,7% 0%
Lazio 45 2% 3,1%
Liguria 21 0,9% 2,4%
Lombardia 25 2,2% 2,1%
Marche 21 1,4% 1%
Molise 25 0,6% 0%
Piemonte 11 0,9% 0,5%
P.A. Bolzano 21 2,3% 0%
P.A. Trento 26 0,4% 0%
Puglia 11 2,4% 2,2%
Sardegna 62 3,6% 1,9%
Sicilia 48 5,1% 3,4%
Toscana 31 1,5% 3,6%
Umbria 25 1,2% 1%
Valle d’Aosta 8 0% 0%
Veneto 47 0,8% 1%
ITALIA 29 2,1% 1,9%

 

L’incidenza settimanale per 100.000 abitanti si è ridotta solo in Basilicata (da 10 a 9), la Sardegna supera soglia 50 con un valore pari a 62, vicini a tale numero anche la Sicilia con 48, il Veneto con 47 e il Lazio con 45. La Valle d’Aosta con 8 si conferma la regione con la più bassa incidenza.

Governo e regioni stanno lavorando sui nuovi parametri del monitoraggio con il quale vengono attribuite le fasce di colore alle regioni. L’ipotesi è che si andrà in zona gialla se l’occupazione delle terapie intensive è superiore al 5% dei posti letto a disposizione e se quella dei reparti ordinari supera il 10%. Al momento tutte le regioni rispettano tali parametri.

Testing

Si evidenzia un incremento dell’attività di testing.

In dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni:

  • numero di persone testate per settimana: da 291.596 a 310.949 (+6,6%);
  • tamponi settimanali: da 1.167.497 a 1.298.821 (+11,2%).