Mer 28 Lug 2021
Advertising
Home Sport Cosenza, completato il Campo Scuola Coni

Cosenza, completato il Campo Scuola Coni

Un’importante opera pubblica viene, finalmente, restituita ai cittadini di Cosenza e non solo. Il Campo scuola Coni sarà fruibile gratuitamente da tutti.

La riapertura della struttura al pubblico, è prevista per lunedì 26 luglio, dopo i lavori di ripristino che hanno riguardato la pista di atletica leggera e la realizzazione di tutte le altre opere accessorie.

Il volto nuovo che ha assunto il campo scuola CONI, dopo i lavori eseguiti, attraverso il bando ad evidenza pubblica, dalla Polytan GmbH, specializzata in superfici sportive, comprende, anzitutto, una vera e propria rigenerazione dell’ovale a sei corsie, cui si è accompagnata la realizzazione di opere accessorie e della fornitura completa delle attrezzature per la pratica di tutte le specialità della regina degli sport. Lo storico impianto di atletica cittadino, costruito sul finire degli anni ‘50, era già stato riqualificato attraverso il rifacimento degli spogliatoi, l’edificazione di strutture esterne polifunzionali e l’implementazione di nuovi punti di illuminazione verticale.

A queste si è ora aggiunta una sala stampa molto funzionale di circa 50 posti. Dopo il ‘Tartan’ impiantato nel 1982, che sostituì la vecchia terra battuta, e i rotoli di ‘Mondo Sportflex’ applicati nel 1997, la terza pavimentazione sintetica sulla quale correranno gli atleti è stata realizzata in ‘Rekortan’, un composto a struttura stratificata con pose in colata e ‘seminato’ in superficie a granuli gommosi. La consistenza del nuovo battistrada blu oltremare, offrirà un giusto compromesso tra l’assorbimento degli urti e la massima accelerazione, caratteristiche apprezzate sia dai mezzofondisti che dai velocisti. La struttura potrà contare anche su un sistema di rilevazione della velocità ‘SmarTracks’ (la pista di Cosenza sarà la prima nel sud Italia a esserne dotata). Una tecnologia che consentirà a più atleti simultaneamente di registrare, mediante un sensore corporeo ovvero un’app scaricabile, le prestazioni cronometriche. L’impianto, una volta omologato, potrà ospitare competizioni federali a carattere nazionale.