Dom 17 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomeSportCalcioIl Chievo presenta ricorso al Tar,...

Il Chievo presenta ricorso al Tar, e il Cosenza?

Il Chievo Verona non si arrende e gioca l’ultima carta (la più pericolosa per il Cosenza) impugnando la decisione del Collegio di Garanzia del CONI e facendo ricorso al TAR del Lazio.

Dopo i tre gradi di giudizio negativi per i clivensi e il rocambolesco cambio di direzione della FIGC, che non ha determinato la riammissione immediata del Cosenza calcio in Serie B all’indomani della sentenza del CONI, il presidente Campedelli ha deciso di rivolgersi al Tar del Lazio come si legge nella nota ufficiale della società gialloblù:

L’A.C. ChievoVerona al fine di difendere i propri diritti e ribadendo di aver sempre operato in linea con le normative vigenti e federali per l’iscrizione al campionato di Serie B 2021/22, comunica di aver depositato in data odierna il ricorso al TAR del Lazio a firma del Professore e Avvocato Bernardo Giorgio Mattarella, dell’Avvocato Daniele Ripamonti e dell’Avvocato Flavio Iacovone, per impugnare la decisione del Collegio di Garanzia del CONI”.

Una situazione che inizia a farsi sempre più complicata, soprattutto con il ricorso al TAR maturato in seguito alle motivazioni del CONI in merito all’esclusione del Chievo discusso ad inizio settimana, che rischia seriamente di creare un precedente nella giustizia sportiva ai danni (questa volta) del Cosenza, squadra che avrebbe tutto il diritto di essere riammessa tra le compagni che prenderanno parte al prossimo torneo di Serie B. Per i Calabresi si prospettano ancora giornate lunghe e all’insegna dell’incertezza in merito ad una situazione che si sarebbe dovuta concludere già qualche giorno fa.