Mar 28 Set 2021

sibarinet

Home Attualità Corbelli: "Basta obbligare Green Pass o...

Corbelli: “Basta obbligare Green Pass o tamponi, serve solo il test salivare rapido”

“La battaglia di Diritti Civili è oramai l’ultima speranza rimasta per gli oltre 100mila insegnanti, personale Ata e decine di migliaia di studenti universitari, non vaccinati e che si rifiutano di sottoporsi alla tortura del tampone molecolare ogni 48 ore, per dieci mesi, dal primo settembre alla fine dell’anno scolastico e accademico e chiedono per questo, per dimostrare la propria negatività al coronavirus e ottenere il Green pass per poter accedere a scuola o all’università, di poter utilizzare il più semplice, non invasivo e anche economico test salivare, facilmente gestibile e altamente affidabile, come ha dichiarato, due giorni fa, in una intervista, anche la responsabile del Dipartimento malattie infettive dell’Iss, dott.ssa Palamara”.

Afferma, in una nota, il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, da mesi impegnato in questa battaglia che sta facendo registrare migliaia di adesioni da tutte le regioni italiane, con 8-10 mila visualizzazioni di ogni video intervento di Corbelli su Fb e che l’altro ieri  ha visto lo stesso leader di Diritti Civili  in prima pagina, con una intervista esclusiva, anche sul popolare giornale on line del lontano …Sudtirol, in Alto Adige. BGS News – Buongiorno Sudtirol, con il titolo “Fermatevi o risponderete di crimini contro l’Umanità”!

Oggi, da poco su Fb un nuovo video intervento di Corbelli nel quale mostra e illustra il test salivare rapido antigenico  che afferma “sono la salvezza del Paese! Negare i test salivari è un crimine contro l’umanità!  I test salivari sono stati validati dal Ministero della Salute il 14 maggio di quest’anno e saranno già subito utilizzati nelle scuole di diverse regione, come Lombardia, Veneto, Marche, Lazio e altre. Perché allora negarli solo per gli insegnanti, il personale e gli studenti universitari? Non è questo un ricatto per costringerli alla vaccinazione? Non rappresenta questo un crimine contro l’umanità sapendo che questo vaccino è sperimentale e che continua purtroppo a far registrare in Europa e in tutto il mondo migliaia di morti, oltre 13mila (dato ufficiale) solo negli Usa! Nelle ultime ore si è appreso della tragedia di due infermieri siciliani morti a distanza di pochi giorni dalla vaccinazione e di un poliziotto nel Veneto che non voleva vaccinarsi! Si può imporre un vaccino del genere o ricattare con il tampone tortura (ogni due giorni!) gli insegnanti, minacciando, altrimenti di sospenderli dal lavoro dallo stipendio, di fatto in questo modo buttandoli in mezzo ad una strada e nella disperazione assoluta?

E’ questo degno un Paese civile o evoca il peggior regime dittatoriale?”.