Ven 17 Set 2021

sibarinet

Home Attualità Salute&Benessere Covid: vaccino, terza dose al via

Covid: vaccino, terza dose al via

I richiami si inizieranno ad effettuare dal 20 settembre. A indicare nel dettaglio categorie e tempistiche è la circolare del ministero della Salute Roberto Speranza. Una decisione assunta di comune accordo con  il Commissario per l’Emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo.

Dieci le categorie di pazienti immunodepressi che riceveranno prioritariamente la dose addizionale. Tra loro dunque, pazienti trapiantati, oncologici e con patologie autoimmuni. Subito dopo, ha indicato ancora Speranza, si procederà con gli altri soggetti fragili, gli ospiti delle Rsa e gli ultraottantenni.

Le dieci le categorie di pazienti che riceveranno la terza dose ‘addizionale’ comprendono: trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva; trapianto di cellule staminali ematopoietiche; attesa di trapianto d’organo; terapie a base di cellule T; patologia oncologicaimmunodeficienze primitive; immunodeficienze secondarie; dialisi e insufficienza renale cronica grave; pregressa splenectomiaAIDS. 

La circolare precisa che per tali fasce si deve parlare di ‘dose addizionale’: per questi soggetti si tratta di una dose aggiuntiva a completamento del ciclo vaccinale primario di 2 dosi, per raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria. Si potrà utilizzare come dose addizionale, precisa il ministero, uno qualsiasi dei due vaccini mRNA autorizzati in Italia: Pfizer nei soggetti di età dai 12 anni e Moderna dai 18. La dose addizionale ai pazienti fragili dovrà essere somministrata almeno dopo 28 giorni dalla seconda, o il prima possibile se tale lasso di tempo è già trascorso.

Prevista una dose “booster” (va somministrata dopo almeno sei mesi dall’ultima dose) per il resto della popolazione che ha avuto una risposta immunitaria adeguata dopo le prime due dosi ma che a distanza di tempo o per via delle varianti ha bisogno di una dose di rinforzo per contrastare il calo della copertura immunitaria.