Dom 17 Ott 2021

spazio pubblicitario disponibile

HomePoliticaGiornata di silenzio elettorale, ma messaggi...

Giornata di silenzio elettorale, ma messaggi e santini continuano ad arrivare

Calabria impegnata su doppio fronte: 3 e 4 ottobre si vota per le regionali e per le amministrative. I vari candidati hanno concluso la loro campagna elettorale ieri venerdì 1 ottobre, con due giorni di anticipo sul voto. La ragione di questa pausa è il cosiddetto “silenzio elettorale”, una pratica diffusa in molti paesi del mondo che vieta di fare propaganda elettorale subito prima e durante le elezioni.

L’Italia ha una legge particolarmente severa su questa materia, ma che oggi risulta particolarmente anacronistica. L’idea alla base della legge è consentire ai cittadini un giorno per “riflettere” sul voto, senza l’assillo della propaganda dei partiti, ma in Calabria, come del resto nel resto del Paese, l’ultimo miglio è giocato alla maniera “tradizionale”. A differenza del passato, quando veramente calava il silenzio, nell’era digitale la battaglia continua. Proseguono gli inviti ad aperitivi elettorali, nelle case arrivano ancora volantini e santini, telefonate,  sms o messaggi WhatsApp con l’indicazione di voto a favore di questo o quel candidato. Insomma, neppure durante la giornata che precede le votazioni c’è pace, alla faccia di ogni legge e del silenzio elettorale!

Ma a prescindere da tutto, il conto alla rovescia è iniziato ed abbiamo sempre meno tempo per decidere. L’importante però è ricordare di essere consapevoli che quando si vota bisogna mettere al primo posto l’interesse generale del Paese e mettere da parte quello individuale.