Sab 27 Nov 2021
spot_img
HomeCostume & SocietàCosenza, parco intitolato a Jole Santelli:...

Cosenza, parco intitolato a Jole Santelli: bufera tra politici

Michelangelo Spataro assessore Comune di Cosenza alla Pianificazione urbana e Mobilità sostenibile, interviene in merito a quanto, sembrerebbe, accaduto nei scorsi giorni, dopo l’intitolazione di una strada della città dei bruzi alla memoria di Jole Santelli.

“I segretari dei circoli cittadini del Pd hanno diffuso una nota completamente inventata e priva di ogni fondamento. Secondo i cinque rappresentanti del partito democratico, come ultimo atto amministrativo il sindaco Mario Occhiuto nella giornata di oggi e alla vigilia del ballottaggio avrebbe svolto una manifestazione di intitolazione a Jole Santelli per fini di strumentalizzazione del nome di Jole in contrapposizione a quello di Giacomo Mancini.

Ribadendo con fermezza che non era prevista e non è stata infatti svolta alcuna cerimonia pubblica né tantomeno privata, ricordiamo ai signori che inventano notizie, che il sindaco Occhiuto annunciò la volontà di intitolare il Parco del Benessere alla memoria di Jole ormai quasi un anno fa, nel corso della conferenza di fine anno del dicembre 2020, perché a Jole il progetto del parco piaceva molto ed ha contribuito ad ottenere i finanziamenti regionali.

La delibera di intitolazione risale allo scorso 6 agosto. La targa è stata apposta diverse settimane fa ed è stata lasciata coperta in previsione di una cerimonia alla presenza del futuro sindaco della città. In ogni caso, a Jole Santelli è stato intitolato il Parco del Benessere e non il viale, che rimane sempre intitolato a Giacomo Mancini, il quale, ne siamo certi, avrebbe apprezzato questa scelta di avere accostato il suo nome alla prima presidente donna della Regione Calabria perché con Jole aveva un bel rapporto di stima reciproca.

È molto triste che per denigrare politicamente gli avversari si ricorra a questi mezzi vili, con notizie false che purtroppo trovano il loro tempo per circolare. Ci troviamo dunque costretti a ribadire, non senza rammarico pensando al fatto che è appena ricorso il primo anniversario della scomparsa di Jole, che nessuna cerimonia di intitolazione è stata svolta. La speculazione (peraltro su una vicenda inesistente) arriva dai segretari cittadini del Partito democratico”.